Andrea Bonella vince il Premio Vincenzo Crocitti – Primo Lustro – come Attore in Carriera

Andrea Bonella, attore romano, è stato insignito del prestigioso premio Vincenzo Crocitti – Primo Lustro – come Attore in Carriera.
A consegnarlo il direttore della fotografia Adolfo Bartoli, nel corso della cerimonia che si è tenuta a Roma sabato 2 Dicembre 2017.

Istituito nel 2013 in memoria del celebre attore scomparso nel 2010, questo premio ha l’obiettivo di valorizzare in modo meritocratico i giovani artisti nel mondo dello spettacolo, cinema, tv, teatro, radio, sport, web, e più in generale premiare e promuovere la cultura e l’arte.

Oltre alla nuove leve, viene assegnato ad artisti e professionisti “in carriera”, che si distinguono nel panorama nazionale ed internazionale con la loro professionalità, arte e doti di sensibilità umana.

Per l’attore Andrea Bonella questo premio è in particolare un riconoscimento della diversificazione – a detta della presentatrice della serata Daniela Cavallini durante la consegna – nei progetti a cui ha preso parte, sia audiovisivi che teatrali, rappresentando un trampolino per una ulteriore crescita artistica.

Per chi ne viene a conoscenza solo adesso, riportiamo un essenziale excursus del percorso di Andrea Bonella.

Nato a Roma, formatosi al Teatro Stabile di Genova – da cui è uscito nel 2006 – inizia col teatro di prosa, lavorando, fra gli altri, con Marco Sciaccaluga, Enrico Maria Lamanna e nella compagnia di Giuliano Vasilicò; mentre partecipa agli sceneggiati radiofonici di Rai international, inizia con piccoli ruoli a muoversi nella fiction:(Distretto di polizia 9; Un medico in famiglia 6), nel cinema e nella pubblicità.

Nel 2014 riceve il premio come attore più votato dal pubblico al festival “Cineuphoria” di Lisbona, – ex aequo con Pierre Deladonchamps de Lo sconosciuto del lago – come protagonista nel cortometraggio sulla disabilità L’amore incompreso di Riccardo di Gerlando; il film Magia saracena di Vincenzo Stango, a cui prende parte, è proiettato al Festival del Cinema di Roma nella sezione “riflessi”; a ottobre di quest’anno lo abbiamo visto nei panni del Mike Bongiorno degli anni ’50 nella fiction Il paradiso delle signore 2 per la regia di Monica Vullo.