Intervista a James and the Butcher: “Plastic Fantastic”.

James and the Butcher

Un disco che ci fa sognare è quello di “James and the Butcher”. Il titolo è “Plastic Fantastic”. Alex Junior ha contattato telefonicamente Francesco detto “James”. Ma vediamo cosa ha da raccontarci.

Nella Web Dance il disco selvaggio è quello dei “James and the Butcher”.

Jamesandthebutcher

James, è molto curioso che la tua band che ha un’impronta internazionale in realtà è tutta italiana.

La fortuna è quella di essere credibili anche all’Estero.

La cosa più originale che personalmente mi ha colpito, ma che ha colpito anche una grossa fetta di pubblico, è il video particolare del brano “Invisible Boy”.

Si, in questo video compare un taxista che fa un viaggio immaginario ed incontra dei personaggi un po’ strani; è stato premiato come miglior video indipendente in Italia, e di questo ne sono molto contento.

Il tuo e quello della tua band è un album composto da undici pezzi decisamente diversi tra di loro: una canzone è molto “Beatles”.

Esattamente e spero che questo brano arrivi a molte persone.

L’album “Plastic Fantastic” è possibile trovarlo in tutti i Digital Store, la copertina del dico è molto bella e significativa.

Il significato della copertina è rispecchiare i suoni dell’album: in apparenza semplice ma in realtà molto complessa.

James and the Butcher li troviamo anche nel Web.

FACEBOOK:
www.facebook.com/jamesandthebutcher

SITO UFFICIALE:
www.jamesandthebutcher.com

ETICHETTA: (rnc).
Intervista scritta da: Sara Di Sibio
In collaborazione con:The Network radio
Intervistatore: Alessandro Cavaceppi (Alex J.)