Intervista ad Alfio Sorbello, protagonista della black-comedy Once (in my life)

Alfio Sorbello

Intervista al giovane attore Alfio Sorbello, protagonista di Once (in my life) e con già diversi film di successo alle spalle.

Sono terminate da poco le riprese del della black-comedy Once (in my life) del regista Francesco Colangelo, prodotto dalla casa di produzione Medea Film di Mirko Padalino, Dario Consoli e Antonio Recupero, con protagonista il giovane Alfio Sorbello. L’attore è reduce dal successo di La mafia uccide solo d’estate e Baarìa. Accanto a lui, ad impreziosire il cast di Once (in my life) ci saranno attori di spessore come: Nino Frassica, Giorgio Colangeli, Lorenza Indovina, Silvia Mazzieri, Stella Egitto, Katia Greco e Nicola Nocella.

Alfio, parlaci del tuo personaggio in Once (in my life)

Tonio è un ragazzo semplice ma anche nevrotico e sprovveduto che, improvvisamente, si ritrova ad assistere alla dinamica della propria morte. Si ritrova come spettro e cercherà di far di tutto per evitare la morte. Tonio è stato una sfida per me.

Le riprese sono terminate da pochi giorni, come è stato interpretare Tonio? 

 Credo che sia il ruolo che ogni attore sogna di interpretare e per me è stato il ruolo più bello interpretato fino ad ora. Per me, è stato di grande insegnamento entrare nei panni di un ragazzo che insegue la sua vita, proprio come fa tanta gente, dettato dal fatto che non siamo attenti ai dettagli e cerchiamo di risolvere i problemi della vita quando è troppo tardi. Nella maggior parte dei casi, più cerchiamo di raddrizzare le cose che codifichiamo come eventi sfortunati, più peggioriamo le cose. Tonio è l’emblema di tutto ciò.

Come è stato lavorare accanto al regista Francesco Colangelo? 

Francesco Colangelo è un autore di grande talento ed è stato bravissimo a cucirmi addosso questo personaggio così particolare. Conosco Francesco da qualche anno e questa è stata la prima volta in cui ho lavorato con lui. Spero non sia l’ultima!

Come descriveresti Once (in my life)

Once è una black-comedy, che ha tanti messaggi seri e importanti come la ricetta per il contro della nostra vita. Credo che il regista Francesco Colangelo sia stato coraggioso e straordinario ad aver girato questo progetto, coraggiosi sono stati anche i produttori che ci hanno permesso di realizzare questo progetto. Once vuole far capire che la vita cerca di scuoterci e dimostrarci che fin quando siamo vivi, abbiamo il tempo di capire che i peggiori nemici siamo, spesso, noi stessi!

Nel cast tanti attori di rilievo come Nino Frassica e Giorgio Colangeli. Come è stato lavorare con loro?

Con Nino Frassica non è stata la prima esperienza ed è sempre bello ed emozionante ritrovarmi a condividere dei progetti lavorativi con lui. Avevamo lavorato insieme in Don Matteo e nel film Baarìa. Nino è un genio della comicità. Spesso gli dico che il suo senso dell’umorismo è geniale e illegale! Lavorare con Giorgio Colangeli è stato magico, lo considero uno dei più grandi attori italiani. Sul set, Giorgio ci ha divertiti in un modo pazzesco, veniva da ridere a tutti, anche agli operatori.

Anna Chiara Delle Donne