Le Bellissime di Mondospettacolo: Beniada Nishani

Cari lettori di Mondospettaccolo, oggi per la rubrica le Bellissime, intervisterò per voi la favolosa “Beniada Nishani”.

Ciao Beniada, benvenuta su Mondospettacolo.

Ciao Ale, grazie a te per avermi dedicato quest intervista.

Descriviti al nostro pubblico raccontami un po’ di te.

Mi chiamo Beniada Nishani sono nata il Albania, all età di tre anni sono arrivata in Italia con la mia bellissima famiglia, da allora mi sono innamorata a prima vista di questo bellissimo  paese. Sono cresciuta tra San Giovanni Rotondo e Ravenna e mi sono  laureata in Fashion Design alla accademia Laba di Rimini. Ho continuato il mio percorso artistico trasferendomi a Milano e lavorando nel campo della moda. Ho sempre amato tutto ciò che mi emoziona, l’arte è sempre stata per me fonte di ispirazione ed energia.

Da quanto tempo posi come fotomodella?

In realtà non ho mai pensato a questo come un lavoro, ho iniziato a posare per gioco con un caro amico fotografo e mi sono ritrovata poi a scattare nel giro di pochi anni per diverse campagne. Non avrei mai detto di essere fotogenica perché a 16 anni ti sentì ancora un po’ acerba, ma grazie a persone che hanno creduto in me sono riuscita a fare di questo il mio attuale lavoro.

Come è stata la tua prima volta davanti all’obiettivo fotografico?

Molto emozionante, lo ricordo ancora come se fosse ieri. Ho scattato i miei primi ritratti a Ravenna con mia madre che mi accompagnó dal fotografo perché voleva sempre seguirmi in tutto. Grazie al suo sostegno sono sempre stata molto determinata.

Quali sono i motivi per cui hai deciso di posare?

Mi ha notato un fotografo del mio paese, mi disse che avevo un viso particolare, allora ero minorenne ma la fotografia per me era qualcosa di familiare in quanto fin da bambina ero il soggetto preferito di mio padre che mi fotografava in qualsiasi situazione. Probabilmente un po’ come fanno tutti i genitori con i propri filgli piccoli. Poi la svolta è stata quando per lavoro ho incontrato il grande Fotografo Alberto Buzzanca, ho realizzato un set fantastico con una famosissima makeup artist Yenny Rosales a Padova nel suo studio, stando a stretto contatto con il suo mondo e la sua visione mi ha aperto un mondo meraviglioso fatto di emozioni e scatti rubati, immagini vere di vita quotidiana dove la modella prima di essere tale è una persona. Lui riesce sempre a tirare fuori il meglio delle donne, modelle e non.

Hai partecipato a diversi shootings: quali di questi ricordi con più piacere?

I due recenti risalgono a quest estate posando per Gq Italia con il fotografo Fabio Pregnolato nella bellissima isola della Sardegna, li abbiamo realizzando un bellissimo set, mentre recentemente ho partecipato al fantastico progetto  Lake Sirens con il fotografo Enrico Ricciardi che mi ha scelto come protagonista assieme ad altre fantastiche modelle. È il secondo progetto che realizziamo assieme, Il primo calendario è andato a ruba e anche questo ha fatto molto successo non solo in Italia ma anche in America.

Recentemente sei stata a Las Vegas, l’America è un paese che lavorativamente parlando può offrire opportunità maggior in questo campo?

Le opportunità siamo noi a crearcele, sono stata in America  ospite con altre modelle ad un  evento fotografico molto  prestigioso  a Las Vegas, li ho conosciuto diversi fotografi internazionali. Sicuramente stando a stretto contatto con persone di un certo calibro ti dà molta positività. Un  esperienza che sicuramente rifarei.

Cosa riesce a farti emozionare?

Vivo di sensazioni, mi emozionano le cose belle, amo la musica ed il teatro, le voci che arrivano dritte al cuore, mi emoziono davanti a qualsiasi sentimento puro è vero. Se vi dico che piango anche al cinema ci credereste?

Ti definisci più bambola o più pantera?

Una cosa non preclude l’altra, dipende dai momenti.

Che cosa ti piace di più in un uomo?

La sicurezza, non amo le persone indecise, sono per il tutto o niente. Sono per “l’uomo deve fare l’uomo e  la donna deve essere donna”. Deve essere gentleman e simpatico. Non sono attratta dal esteriorità, ma piuttosto dal carattere forte e deciso. E perché no se del sud tanto meglio.

Cosa non sopporto invece? Odio l’infedelta, per me è inammissibile, ci sono coppie che si tradiscono a vicenda e pur sapendolo  preferiscono stare assieme perché la paura di stare da soli è più forte.

Cosa ti aspetti dal futuro?

Niente di ciò che ora non ho. Mi auguro di continuare ad essere felice.

Un sogno nel cassetto che vorresti realizzare?

Vincere il Superenalotto, vale? (ride)

Quali sono le tue passioni?

Amo disegnare infatti ho realizzando una mia collezione di abiti chiamata Beniada Jakic, da questo mio progetto è nata la voglia di usare il cognome materno anche nei miei profili social.

Un tuo pregio e un tuo difetto: 

Sono sempre molto positiva mente a volte voglio aver ragione a prescindere. Ma d’altronde è un difetto di molte donne, quindi mi consolo così. .

Che cos’è sacro per te?

La famiglia e gli amici.

La tua più grande paura?

Amo viaggiare ma non sopporto i voli di lingua durata soprattutto se ci sono turbolenze vado nel panico.  Mi è successo all andata da Londra a Las Vegas ho sudato freddo. (ride)

C’è qualcosa di te che cambieresti?

Fisicamente nulla, caratterialmente si può sempre migliorare.

Cosa è per te la felicità?

T U T T O.

Come descriveresti la tua vita sentimentale?

Un disastro!

Secondo te quali sono le qualità che una fotomodella dovrebbe avere?

Essere fotogenica sarebbe scontato, amo le modelle pazze quelle folli, simpatiche e mai scontate. Da fotografo la mia scelta cadrebbe su una ragazza che mi suscita energia.

Ultimo film visto?

Perfetti sconosciuti.  

Ultimo libro letto?

La Ragazza del treno.

Il tuo piatto preferito?  

La carbonara o una bella Parmigiana di melanzane.

Amicizia, Amore, Famiglia, Lavoro Salute, Sesso e Soldi mettili in ordine di importanza!!!

Salute, famiglia e amicizia,  lavoro, amore, soldi, e cosa manca?!

Un  motto o una frase che più ti rappresenta?

Chi non ha la luce nel viso non diventerà mai una stella.

Manda un saluto ai nostri lettori!!!

Grazie a tutti per aver passato qualche minuto del vostro tempo a leggere questa intervista, vi mando un grande bacio !

A.C.