Le Bellissime di Mondospettacolo: Martina Marzocchi

Cari amici, per le Bellissime di Mondospettacolo oggi intervisterò per voi la fotomodella torinese Martina Marzocchi

Ciao Martina, benvenuta su Mondospettacolo,come stai?

Ciao Alex! Grazie a te mi fa molto piacere. Sto molto bene grazie.

Descriviti al nostro pubblico.

Mi considero una ragazza sveglia e iperattiva che mette molta  carne sul fuoco, tra lo studio, sport, sfilate e shooting fotografici sono sempre super impegnata, ma riesco ad organizzarmi sempre al meglio.

Studio lingue e civiltà dell’Asia e dell’Africa, mi affascinano molto le altre culture nel mondo, perché vorrei riuscire a capire vari tipi di ragionamenti e ideologie. Questo lo considero molto importante come percorso di crescita per arricchire il mio bagaglio personale.

Inoltre pratico Boxe da 5 anni, sono passata dall’essere una ballerina di danza classica fine è carina a picchiare duro in palestra. Feci questa scelta estrema perché oltre ad essere uno sport che insegna a difendersi, cosa vitale per una donna,  è il più antico dei combattimenti.

Da quanto tempo posi e come è stata la tua prima volta davanti all’obiettivo?

Poso come fotomodella da 8 mesi, ho cominciato per divertimento. La prima volta davanti all’obiettivo mi sono sentita totalmente a mio agio, questo perché mio papà, appassionato di fotografia, mi scattava molte foto essendo una bimba molto vanitosa e vivace. Amavo e amo tutt’ora essere al centro dell’attenzione e la fotografia mi rende una protagonista.

Quali shooting ricordi con più piacere?

Mi sono divertita moltissimo in uno dei miei ultimi shooting fotografici a Torino al raduno di Jeep&Harley Davidson. È stato molto bello, c’erano 8 fotografi che mi seguivano ovunque e ognuno di loro mi chiedeva delle pose, ero piena di grasso delle moto.. sembravo una meccanica (ride)

Perché hai deciso di posare?

Mi sono resa conto di aver bisogno di impersonare delle parti, e il posare mi da la possibilità di cambiare, diventare cattiva, pantera o dolce. Infondo sul set fotografico si diventa un po’ degli attori. Io amo il cinema e ogni sua sfaccettatura, quando scatto infatti cerco di interpretare delle parti così da rendere particolari i miei scatti.

Cosa ti aspetti dal futuro?

Dal futuro mi aspetto molto..anzi tantissimo. Voglio tutto, perché so di meritare tanto. Desidero viaggiare e scattare nei posti più esotici di questo mondo, entrare nel mondo dello spettacolo , dove sono sempre vissuta fin da piccola, grazie a mio nonno e alla sua passione per il cinema.

Pregio e difetto?

Un mio pregio è la lealtà, mi considero una persona di cui fidarsi, che nonostante possa ricevere del male, non rimangio mai le parole. La mia parola è un impegno. Anche se sono molto  vendicativa che è il mio peggior difetto, ma penso che anche quest’ultimo sia abbastanza blando, d’altronde mi sembra giusto restituire il favore. Occhio per occhio, dente per dente.

Cosa è sacro per te?

La mia famiglia in assoluto. Sono molto attaccata ad essa, qualsiasi cosa faccia voglio sempre portarle onore e renderla fiera di me.

La tua più grande paura?

La mia più grande paura è l’oblio, aver il timore di dimenticare i momenti più belli dato che non possono tornare. Per questo la fotografia mi aiuta..immortala i momenti migliori e non li fa svanire e dimenticare.

Le qualità che secondo te una modella dovrebbe avere?

Una modella dovrebbe avere oltre Alle qualità fisiche, anche una forte motivazione. Ma sopratutto sicurezza in se stessa, perché ognuna è unica con i suoi pregi e difetti. Non sarà un seno piccolo o delle cosce più carnose a impedire a chiunque abbia questa passione a realizzarsi.

Io personalmente non ho un seno grande e da piccola lo vedevo come un lato negativo, ma con il tempo ho capito e ho accettato il mio corpo, sono riuscita e mi piaccio così come sono.

Auguro a tutte le donne di riuscire a sentirsi bene con se stesse così che le persone possano spingersi oltre e abbattere i muri della propria mente.

Ultimo film visto?

Le pagine della nostra vita..mi fa piangere ogni volta.

Ultimo libro letto?

“I Ching” un classico cinese di due millenni fa, considerato da Confucio libro di saggezza, utilizzato dagli studiosi per approfondire aspetti matematici e filosofici.

Piatto preferito?

Il mio piatto preferito è il pollo al curry, è squisito a parer mio..

Un motto che ti rappresenta?

Se vuoi puoi!

Manda un saluto ai nostri lettori.

Ciao a tutti vi mando un bacione grande !

A.C.