Concerto: le più belle arie d’opera e melodie popolari a teatro

LE PIU’ BELLE ARIE D’OPERA E MELODIE POPOLARI

Nella splendida cornice del Teatro Flavio, un concerto che è un viaggio struggente sulle note delle più belle romanze d’opera, arie da camera e melodie popolari italiane. Il soprano Mirella Angerosa, il tenore Maurizio Ceccarelli e il baritono Vincenzo Ceci si esibiranno in un raffinato repertorio d’autore, alternandosi nell’esecuzione di brani immortali. Da Verdi a Puccini, da Mozart a Schubert, passando per Mascagni, Bixio e Umberto Giordano. Tanti i pezzi in scaletta, dalle eterne “E lucean le stelle” , “O mio babbino caro” e “L’amour est un oiseau rebelle” ai classici intramontabili della canzone napoletana come “O sole mio“, “Torna a Surriento” e “Core ‘ngrato“. Prodezze vocali e atmosfere d’altri tempi per un pomeriggio all’insegno della grande lirica, a due passi da Colosseo!

Il concerto si terrà in due date: sabato 21 e domenica 29 ottobre.

Teatro Flavio – via Giovanni Mario Crescimbeni, 1

Il concerto inizia alle ore 18:00 – biglietto intero da € 15,00 a € 20,00

Tel. 06 70497905 | www.teatroflavio.it

IL TEATRO FLAVIO

Il Teatro Flavio è stato fondato dalla compagnia del Teatro d’Oggi, costituita nel 1977 da Franco Venturini, all’epoca giovane commediografo con diploma di attore e regista conferitogli a Düsseldorf presso la scuola di recitazione di Nora Hengstenberg. Fondando il Teatro d’Oggi, Venturini si è proposto di conciliare le esigenze dello spettacolo con i contenuti delle opere rappresentate, perseguendo il fine di divertire con intelligenza. Infatti nelle sue rappresentazioni, pur seguendo con fedeltà i testi degli autori classici, egli si adopera per attualizzarne i contenuti, dando loro allo stesso tempo originalità, freschezza e spettacolarità. Nel 1990 si affianca nella gestione del teatro l’attrice Federica De Vita. Grazie al dinamismo, alla creatività, all’intuito ed alla forte personalità artistica, la giovane artista, insieme a Venturini, dà vita ad una nuova compagnia e a diverse iniziative culturali di grande spessore.

Il teatro può anche essere richiesto in affitto per rappresentazioni, proiezioni (2K), concerti, riunioni e incontri in genere.