Stefano Bellina: noto coreografo, ballerino, performer, atleta e fotomodello alla ricerca della vera arte

Stefano Bellina, 34Aggiungi nuovo anni, è ballerino, coreografo e performer professionista con molte esperienze televisive alle spalle tra cui trasmissioni, spot pubblicitari e videoclip. Nelle sue esibizioni,nei suoi show,nelle sue improvvisazioni e talvolta nelle sue coreografie fa largo uso di complessi passi,figure e tricks di parkour, acrobatica, calisthenics e pole dance. Ha coreografato molti prestigiosi eventi. Ha ballato nei videoclip e talvolta nei concerti di famosi artisti e cantanti nazionali ed internazionali. Ha diverse esperienze come fotomodello avendo posato per noti fotografi e per diversi brand in campagne pubblicitarie (cataloghi, pubblicita’ ecc). Ha rivestito anche il ruolo di testimonial per alcuni brand.

Stefano,sei un elemento polivalente lavorando come coreografo,ballerino,performer e fotomodello… Cosa più ti appaga e gratifica come ruolo?

Ciò che più mi gratifica è sicuramente il ruolo da coreografo,performer e ballerino… Vivo di arte ed emozioni e quest’ultime le trasformo in espressione artistica mediante la creazione di coreografie o mediante l’improvvisazione. Adoro inoltre inventare e “forgiare” nuovi passi o tricks (notevoli gesti atletici innaturali).

Come mai ti piace di meno lavorare come fotomodello?

Perché si parla di mera estetica, di forma senza contenuto, di un qualcosa, a parer mio, di sterile e finalizzato a se stesso.

A questo punto mi viene da chiederti come mai allora lavori anche come fotomodello o comunque con lavori prettamente di immagine?

Per il fatto che dedico molto tempo alla cura del corpo sia a livello funzionale che estetico in quanto mi serve anche come ballerino e performer. Purtroppo in Italia anche nel mondo della danza è più importante il lato estetico rispetto a quello artistico e quindi mi adeguo. La ricerca artistica la coltivo comunque sempre,poiché mi arricchisce interiormente. Fortunatamente talvolta qualche regista o produttore guarda anche questo elemento. Detto ciò, dato che ci sono, accetto anche i lavori come fotomodello.

Sei anche un performer, cosa intendi nello specifico?

Con performing intendo tutto ciò che faccio che non è prettamente danza ma legato ad essa quando lo eseguo a tempo di musica… Sono infatti anche acrobata e calistenico professionista e nelle mie performance, recitate, danzate o semplicemente svolte inserisco molti elementi di parkour, calisthenics, poledance e acrobatica. Adoro mischiare e contaminare attingendo a piene mani da più discipline.

Ci sono personaggi per i quali provi molta stima o che addirittura ti hanno influenzato?

Ho conosciuto e lavorato con molti personaggi famosi ma coloro i quali più mi hanno stupito, a pari merito, sono:

–     Daniele Doria : performer mostruoso e collega del mondo dello spettacolo (finalista di Italia’s got talent e molto altro) specializzato nel parkour, atleta dalle capacità straordinarie e ideatore di tricks unici al mondo.

  • Franco Barone : atleta e culturista di 50 anni, vincitore di numerose competizioni con un fisico natural davvero incredibile soprattutto per la sua età.

A parte il lato atletico, tecnico e artistico di entrambi mi ha colpito la loro profonda ricerca dell’ Io, la loro filosofia di vita, la loro saggezza, la loro tenacia e determinazione.