VERONIKA HAVENNA si racconta a Mondospettacolo!

Per due volte ha sfiorato la vittoria al concorso regionale di Miss Trans. Occhi verdi, fisico statuario. Veronika Havenna è uno dei transessuali più conosciuti in Italia e non solo. Originaria di San Paolo, Brasile, a 25 anni è già una super-star del mondo della notte. Artista, performer e sexy-star. Tutto ebbe inizio con una pellicola hot girata qualche anno fa nel suo Paese d’origine. Da allora, l’esplosione del suo personaggio non si è più arrestata. Decine e decine di show l’hanno resa celebre un po’ ovunque. Volto televisivo, ospite di tante manifestazioni, Veronika Havenna è innamorata pazza degli italiani. Un personaggio particolare, che non ha paura di stupire.

Veronika Havenna, sei una delle trans più note d’Italia.

È così… e sono felice di esserlo! Ho iniziato alcuni anni fa in Brasile girando per case nazionali e internazionali, da allora il nome d’arte di Veronika Havenna ha iniziato a girare sempre più. Ed ecco che sono nati contatti, occasioni di lavoro…

 

Finché nel 2009 sei arrivata in Italia.

E mi sono innamorata all’istante di questo paese! Ho girato con produttori importanti come Andrea Nobili della Pinko e Roby Bianchi di Transbella. Certo, non avrei mai pensato di diventare un’attrice di film hard. Eppure, da quando ho girato le prime scene, attorno a me il personaggio è esploso e quindi sono rimasta in questo mondo…

Apprezzatissima dagli uomini…

Sì, in molti guardano il lato B! Diciamo che ho occhi e bocca di cui sono veramente orgogliosa. In più, le mie misure 99-62-90 so che non passano inosservate…

Chi è Veronika Havenna?

Una persona semplice, a cui piace viaggiare, imparare a conoscere nuove culture, mangiare bene e bere il giusto. Ma per tenermi in forma seguo un’alimentazione sana e vado in palestra. Ah, dimenticavo: mi piace vestire bene…

Dove ti si può trovare?

Non mi interessa spogliarmi o fare show tanto per farli. Mi piace lavorare in playback durante le mie serate, contare e giocare con chi mi ascolta. Ma so anche apprezzare la tranquillità del quotidiano: abito a Torino, adoro i piemontesi per la loro cortesia e buona educazione. Ma adoro anche i meridionali, la loro energia…

Tu più volte hai sfiorato il successo a Miss Trans.

Sono arrivata seconda nella selezione della Campania del 2015 e in quella del Piemonte del 2017. Ma ho intenzione di riprovarci… In compenso, ho vinto il concorso promosso dalla pagina Mundo T-Girl, uno spazio in cui artisti anticonformisti rivendicano i propri diritti.

Hai sempre sognato di lavorare in questo mondo?

Come detto, l’hard è arrivato quasi per caso. Ma ho sempre sognato la TV, anche se per una trans non è facile entrare nel piccolo schermo. Ancor oggi ci sono troppi pregiudizi e troppe barriere. Ma sono felice per la mia carriera, ho lavorato con Maurizia Paradiso a Vizi Privati, a RTB con A far l’amore comincia tu, e poi ancora per Doppio Senso Night. E spero di avere presto altre belle novità.

Cosa ti differenzia dalle altre?

Il mio modo di fare con la gente e sicuramente la mia semplicità. Certo, poi come tutte le donne ho piacere se un uomo mi rivolge uno sguardo in strada. Ma adoro la sobrietà, la delicatezza, i modi di fare rispettosi.

C’è qualcuno a cui devi dire grazie?

Se oggi il mio nome è famoso, devo dire grazie al produttore brasiliano Ramazzo, che mi ha fatta crescere nel settore dell’Hard.

Come giudichi gli italiani?

Gli uomini sono molto trasgressivi, le donne invece furbissime: non fanno mai niente per niente…

Tu sei anche Mistress.

Sì, nel quotidiano e per lavoro godo nel vedere gli altri soffrire. Mi piace comandare e umiliare gli altri.

Come ti vedi in futuro?

Vorrei sposarmi, adottare un bambino e costruire una famiglia. E poi mi piacerebbe continuare a lavorare nel mondo della fotografia, magari con un ruolo diverso da quello di adesso. Ma, di sicuro, mi vedo in Italia: amo troppo questo Paese.

A.T.