A Bologna finalmente la storia di Eva

Eva Robin’s bella come poche lo è sempre stata.
Sogno proibito a volte indicibile di almeno due generazioni .
Volto d’angelo e forbita dialettica tra l’ironia e la profezia ironica. Imprendibile e immarcescibile. Eva oggi vive più appartata dai media ma fiera della sua carriera teatrale e cinematografica. I fotografi hanno immortalato in decine di scatti il dubbio degli Dei che rappresentava. I maestri del cinema: Argento, Benvenuti, Damiani, Simona Izzo l’hanno scelta per la duttilità dei suoi mezzi .
Ma oggi lei svela una sua professionalità pittorica sbalorditiva.
Da domani la celebre boutique di ceramisti Crete di Bologna ospita dal 2 al 9 febbraio 2019

la mostra personale di Eva Robin’s con dipinti e video installazione. La mostra si terrà nelle giornate di “Arte e Fiera”.

L’esposizione renderà dotto il pubblico su un’artista davvero unica e molto ammirata per la sua classe indomita negli anni.
Le sue opere trattano di mutazioni, ibridazioni, mostri, animali inesistenti o personaggi onirici o reali fino al dramma. Il gotico e l’onirico  la fanno da padroni in queste tele creando un grande grande pathos visivo; è difficile   sfuggire alla loro sortilegio silente, come a quello della loro padrona. Eva   sorridente solare e  desiderabile   ci dice serafica” la mia innocenza è il non aver memoria dei peccati”
La mostra è completata da una video installazione di Fabio Fiandrini. La mostra è stata curata dallo Studio Elica e si svolgerà nella manicalunga di Crete. Vernissage sabato 2 Febbraio dalle 19.00 alle 24. Orari di visita 10.00 – 13.00 / 16.00 – 19.30 con apertura straordinaria domenica 3 febbraio 15.30 – 19.30

Info:

Crete, Via San Felice 48/A

Infoline: 051-555206 / 338-3773318