Addio all’attore John Hurt, indimenticabile Elephant Man

Il grande attore britannico John Hurt si è spento all’età di 77 anni dopo essere stato colpito da un cancro al pancreas nel 2015, che inizialmente aveva dichiarato di aver sconfitto.

Appena cinque giorni dopo aver compiuto 77 anni se n’è andato Sir John Hurt, apprezzato attore inglese candidato a due Oscar e vincitore di un Golden Globe e quattro BAFTA, apparso in oltre 200 tra film e serie tv nell’arco di 55 anni di carriera.

Un’autentica icona che ha ricoperto ruoli in film che hanno fatto la storia del cinema, da Un uomo per tutte le stagioni (1966) a Fuga di mezzanotte (1978), da Alien (1979) a The Elephant Man (1980), da I cancelli del cielo (1980) fino alla saga di Harry Potter, e ancora V per Vendetta (2005) e il recentissimo Jackie (2016).

L’interpretazione del detenuto eroinomane Max in Fuga di mezzanotte di Alan Parker gli era valsa la vittoria del Golden Globe e del BAFTA come non protagonista, oltre che la nomination all’Oscar (dove fu però battuto dal Christopher Walken de Il cacciatore). Sorte simile due anni dopo, con l’indimenticabile ruolo che lo ha reso un’icona immortale, quello del deforme uomo-elefante Joseph Merrick in The Elephant Man di David Lynch, che gli porto un BAFTA come protagonista, e la nomination a Golden Globe ed Oscar (che videro trionfare l’inarrivabile Robert De Niro di Toro scatenato).

Il più giovani lo ricordano come Mr. Ollivander, creatore di bacchette magiche nella saga di Harry Potter. In TV era apparso anche in due episodi della storica serie del Doctor Who, amatissima in patria. In un’intervista radiofonica dell’agosto 2015 aveva detto: «I’m can’t say I worry about mortality, but it’s impossible to get to my age and not have a little contemplation of it. We’re all just passing time, and occupy our chair very briefly. But my treatment is going terrifically well, so I’m optimistic».

Questa la filmografia completa di John Hurt sull’IMDB.

 

Ivan Zingariello