Alessandra Giordo: la sexy fotomodella ex ufficiale sulle navi da crociera!

Alessandra Giordo è la protagonista del nostro editoriale di oggi. Alessandra non è una ragazza come le altre, si perché oggi fa la modella, ma in passato è stata ufficiale a bordo di alcune navi da crociera della Carnival Corporation che è il più grande operatore al mondo nel settore delle navi da crociera. Insomma altro che Carola Rackete! Alessandra è bellissima e sopratutto è davvero preparata, ma vediamo di conoscerla meglio in questa intervista. 

Ciao Alessandra, benvenuta su Mondospettacolo, come stai innanzitutto?

Ciao Alex, grazie per l’ospitalità, sto benissimo grazie.

 

Come, quando e perché hai deciso di fare la modella?

E’ successo tutto molto casualmente! Sono stata notata da diversi professionisti della zona, in seguito alla pubblicazione del mio primo set fotografico. All’epoca ho iniziato a studiare il posing, successivamente sono stata contattata  per posare ai seminari fotografici. Vedevo sempre più persone complimentarsi per le fotografie, tutto funzionava  e non c’era motivo di smettere.  Ho continuato perché sono una grandissima appassionata di fotografia e la moda mi ha aiutato a crescere e diventare la persona che sono oggi.

Poi però l’amore per il mare ti ha spinto ad abbandonare momentaneamente la carriera di modella per diventare nientepopodimeno che un ufficiale di Marina! Raccontami un po’.

Proprio cosi! Sono due tipi di carriere completamente differenti che non vanno di pari passo. All’epoca ho scelto la Marina Mercantile per via di tradizioni famigliari, perché comunque si guadagna molto bene, per avere uno stipendio fisso e poter risparmiare per comperare una casa.

Un bel giorno però hai sentito il richiamo delle passerelle e dei set fotografici e sei tornata a fare la fotomodella, eri in California giusto? E poi continua tu….

Si, Alex! Al tempo ero imbarcata su una nave che faceva tratta Messico-California. Su internet avevo letto che Fashion Nova, una delle più famose aziende statunitensi cercava modelle per collaborazioni. Ho deciso di contattarli e recarmi a Los Angeles giusto per provare, tanto non c’era nulla da perdere. Fortunatamente tutto è andato bene, ho iniziato la collaborazione con Fashion Nova ed ho lasciato la Marina Mercantile.

Oggi sei famosissima e richiestissima da tantissimi brand e marchi, come stai vivendo questo momento di grandissimo successo?

Sono molto felice perché sto facendo quello che mi piace fare di più. Vivo senza stress, organizzo le giornate come preferisco, dedico moltissimo tempo a me stessa, viaggio tantissimo e conosco  persone interessanti. Per la promozione di brand e marchi comunque bisogna essere giovani, il momento giusto è ora. La Marina Mercantile può anche aspettare perché non c’è un età limite per fare l’ufficiale di navigazione. Volendo in futuro potrei riprendere la carriera.

Alessandra Giordo, voglio farti questa domanda: tu che sei stata al comando di navi importanti cosa pensi di Carola Rackete? 

Alex, sono contenta che mi hai fatto questa domanda! Chiamare Comandante una persona con una licenza da padrone marittimo è un po’ come chiamare chirurgo plastico un estetista. Incitare e favorire l’immigrazione clandestina, violare un blocco imposto dal governo italiano mettendo in pericolo tutte persone a bordo della Sea Watch. In più, una potenziale tentata strage degli agenti della motovedetta non è di certo quello che un Comandante fa.  Una persona con esperienza le leggi le conosce bene e sa cosa succede se non vengono rispettate. Le scelte della signorina Rackete sono state irresponsabili e con il mare non si scherza perché basta poco per finire in tragedia.

Come è stata la tua prima volta sul set fotografico?

E’ stato tutto molto naturale, da subito mi sono sentita a mio agio.

Hai partecipato a diversi shootings: quali di questi ricordi con più piacere?

All’inizio della mia carriera quando posavo ai seminari fotografici ho collaborato con alcune finaliste sarde di Miss Italia. E’ stato uno degli shooting che mi ha più’ colpito, all’epoca avevo pochissima esperienza e stare sul set con modelle professioniste da anni è stato di effetto.

Cosa si aspetta dal futuro Alessandra Giordo ?

Il corso della vita è imprevedibile, non si sa mai cosa può accadere! Mi sento molto realizzata dal punto di vista lavorativo, spero un giorno di sposarmi e di avere una famiglia.

Un sogno nel cassetto che ancora non hai realizzato e che vorresti realizzare?

Mesi fa ho iniziato a scrivere un libro autobiografico in lingua inglese. Spero di finirlo il prima possibile e di pubblicarlo.

Quali sono le tue passioni?

Amo tantissimo la fotografia, di recente ho acquistato materiale fotografico ed ho intenzione di creare un piccolo studio nel mio appartamento.

Un tuo pregio e un tuo difetto

L’onesta’! E’ sia un pregio che un difetto, dipende dalla gente che si ha attorno e dalla situazione. Essere onesti oggi giorno in un mondo dove la maggioranza della gente è egoista e superficiale di certo non aiuta. Preferisco fare quello che è giusto non quello che mi conviene, preferisco perdere piuttosto che vincere in modo sleale.

Che cosa è sacro per te?

La famiglia è sacra e va difesa! Dio ci insegna ad amare tutti, a rispettare tutti e di non giudicare. Ma il “non giudicare” non deve essere scambiato come una forma di “ok, bene tutto è concesso”. Viaggiando molto, essendo stata in 47 paesi e conoscendo diverse culture, posso dire che il significato di famiglia si sta perdendo nel tempo.

La tua più grande paura?

La perdita della libertà di pensiero nel nostro paese.

C’è qualcosa di te che cambieresti?

Si’, dovrei essere più’ selettiva nella scelta delle amicizie. Allontanare le persone che impediscono la mia crescita, dunque, non è una scelta egoistica; è solo cercare di curare al meglio le relazioni di valore, impegnarci nel curare e dare attenzione a questo tipo di relazioni, questo è quello che si dovrebbe fare! Dovrei ricordarmi più spesso che la positività e la negatività sono entrambe estremamente contagiose, dunque perché circondarsi di persone negative?

Cosa è per te la felicità?

Penso che la felicità sia una scelta! La società ci fa credere che per essere felici bisogna essere ricchi  con un fisico scolpito  e magari guidare una Ferrari.  Cerchiamo costantemente la felicità in queste cose materiali senza renderci conto che è questa continua ricerca a renderci infelici e insoddisfatti della vita. Spero che tutti possano diventare ricchi e famosi ed avere tutto quello che hanno sempre sognato, così scopriranno che quella non è la risposta che stavano cercando. Per me la felicità è amare la vita, le cose belle capitano ogni giorno, siamo noi molto spesso a non notarle.

Com’è la vita sentimentale di Alessandra Giordo?

Terribile! Passiamo alla domanda successiva Alex!

Ultimo libro letto?

The ride of a life time, un best seller di New York sui 15 anni di esperienza di Rober Iger come CEO di Walt Diney Company.

Il tuo piatto preferito?

In Italia abbiamo troppe prelibatezze per scegliere solo un piatto preferito. Amo particolarmente la cucina campana e pugliese.

Amicizia, Amore, Famiglia, Lavoro, Salute, Sesso e Soldi che ordine di importanza hanno per Alessandra Giordo

Amore e famiglia vanno di pari passo. Fidanzato o marito comunque diventano parte della famiglia in automatico. Successivamente viene la salute e l’amicizia. Il lavoro, il sesso e i soldi vanno e vengono e non condizionano la mia vita.

Un motto o una frase che più ti rappresenta?

“Il leone non si gira se un cane piccolo abbaia!”

Manda un saluto ai nostri lettori!

Spero che le mie parole siano di stimolo e mi auguro ci incontreremo presto con un nuovo libro e il calendario 2020. Grazie, è stato un vero piacere essere in vostra compagnia. A presto!

Alex Napoleone Wilson

https://instagram.com/alessandragiordo.official

https://m.facebook.com/AlessandraGiordo.OfficialPage/

https://www.facebook.com/alessandragiordo.official