Anatar: la videorecensione

Anatar è una commedia fantascientifica diretta da Alan Smithee, che nasce come parodia del kolossal Avatar.

Rispetto al kolossal di James Cameron, Anatar ribalta i ruoli all’interno della storia. Sono infatti gli alieni ad essere tecnologicamente avanzati e a mettersi in viaggio attraverso lo spazio a causa dei problemi di abitabilità col proprio pianeta. Gli umani, rozzi e violenti, sono il popolo inferiore da conquistare.

Il popolo degli Anatar, alieni umanoidi che si sono evoluti dalle anatre, dopo aver portato al collasso il proprio pianeta è alla ricerca di un nuovo corpo celeste da chiamare nido.

Nel loro pellegrinaggio spaziale approdano su Pandoro, un luogo dove esseri viventi e natura hanno trovato il proprio strano equilibrio. Amore, guerra, astronavi e papere spaziali sono gli ingredienti di questa grottesca fiaba moderna sull’accettazione di ciò che è diverso da noi.

Il cast del film è composto da Azzurra Rocchi, Raffaele De Vita, Ciro Villano, Walter Lippa, Paolo Perinelli, Giancarlo Del Diavolo e Davide Marotta. Prodotto da Tyche Production srl, Anatar doveva essere nei cinema dal 1 Dicembre 2022, distribuito da Green Film, ma la sua uscita è stata rinviata ai primi mesi del 2023.

Di seguito, la videorecensione di Anatar.

 

 

Alessandro Bonanni