“Ancora pochi passi” per Pupi Oggiano!

Pupi Oggiano: è un talentuoso regista torinese. In occasione dell’imminente uscita del suo secondo film, sono andato ad intervistarlo, ecco che cosa ci siamo detti.

Come è nata l’idea di realizzare “Ancora pochi passi”?

“Ancora pochi passi” era un idea che, come tante altre, era chiusa in un cassetto. L’ho tirata fuori in questo momento perché mi sembrava il soggetto perfetto dopo “La paura trema contro”. Con Gabriele Farina e Antonio Tentori lo abbiamo trasformato in sceneggiatura e la squadra è ripartita mentre era ancora calda dopo il primo film.

Come, quando e perché sei passato a realizzare film veri e propri?

Dopo aver passato gli ultimi vent’anni a realizzare videoclip musicali, dischi cantautoriali, cortometraggi, documentari e organizzazione di eventi sul cinema, il passaggio alla regia cinematografica è avvenuto in modo naturale. Quasi una sorta di esigenza. “La Paura trema contro” è stato realizzato in solo 8 giorni con un piccolo budget a disposizione e il suo intreccio filmico è stato pensato affinché comprendesse tutti i generi “de paura” che mi hanno formato: C’è l’horror, il thriller, la fantascienza, il giallo, anche se è l’ironia l’elemento chiave dell’intera vicenda. Come in una storia d’amore tra innamorati o tra genitori e figli. Esiste il gioco e lo scherno tra le parti, ma mai è messo in discussione l’amore. Ecco, è come se avessi preso in giro il genere che più amo. Insomma una storia davvero bizzarra della quale sono veramente contento. In  “Ancora pochi passi” invece punto il focus assolutamente su l’Horror, per tematiche e situazioni, mentre il terzo film, che partirà in primavera e che grazie al quale si inizierà a capire “l’intero” progetto filmico a cui stiamo lavorando, cambierà ancora. Tutto questo senza tradire lo stile. Una sorta di continuità con un messaggio preciso anche se le storie saranno ovviamente autoconclusive.

Nella foto: Pupi Oggiano e Diego Casale

Parlami un po’ del cast di “Ancora Pochi Passi”

Il cast di Ancora Pochi Passi è ampio e composto da attori che si sono confermati o rivelati ottimi professionisti, alcuni li conoscevo già bene, come naturalmente Diego Casale, altri nomi sono state belle scoperte venute fuori durante i casting, penso a Giorgia Lorusso o a Elisa Giorgio. In tutto sono una trentina gli attori che hanno preso parte alle riprese e compaiono nel film.

Nella foto: Pupi Oggiano e Giorgia Lorusso

Dove è stato girato il film?

Un punto di forza sono le locations del film, che è molto torinese, ma ha alcune sequenze girate a Varese e altre sul lago d’Orta. Il comune di Pianezza ci ha concesso l’utilizzo della millenaria Pieve di San Pietro e con questa anche il patrocinio della città. A Torino abbiamo scovato la vecchia casa di Piero Gobetti, sul lago d’Orta una villa costruita secondo i dettami dell’esoterismo, unica al mondo. Nel primo film la Torino inquadrata appariva assolutamente priva delle sue bellezze artistiche per lasciare posto ad edifici e strutture dalle forme strane e non convenzionali, un punto di vista “alieno” La storia lo suggeriva e io ho scelto volutamente di sacrificare la Torino inquietante ed elegante, cosa che invece ho riproposto nell’Horror “Ancora pochi passi”. Si vede la Mole, La Gran Madre…

Dove prevedi uscirà il tuo film?

A livello divulgativo, come nel caso del precedente film (“La paura trema contro”), anche “Ancora pochi passi” è in realtà un progetto più ampio. Oltre all’anteprima in sala al cinema Massimo (che per un film completamente indipendente è già un grandissimo risultato: l’anno scorso fu sold out in prevendita dopo 18 ore) uscirà il dvd per Home Movies Spot, è già pronto il cd con la colonna sonora e Gabriele Farina ha firmato la novelization del film, che uscirà a maggio per Buendia Books.

Un film horror non sarebbe tale senza la giusta colonna sonora, che mi dici al riguardo?

Un capitolo a parte mi sembra sia il caso dedicarlo alle musiche. La colonna sonora è composta da 19 tracce, pensate per il film e composte interamente dal sottoscritto, con gli arrangiamenti e la Produzione Musicale di  Stefano Lori: musicista pazzesco di cui ho sempre apprezzato la sua sensibilità artistica e ovviamente il grande talento. Non sono una serie di tracce di accompagnamento per le immagini, sono musiche studiate per il film, per dare corpo ai personaggi, alle situazioni, musiche assolutamente protagoniste nella pellicola e che spero rimangano nella testa dello spettatore.

Nella foto: Pupi Oggiano e Antonio Tentori

Cosa ti aspetti dalla prima del tuo film?

Dalla serata al cinema Massimo (l’appuntamento è alle 21.00) mi aspetto emozioni vere. Sarà presente quasi tutto il cast, il cinema ci ha voluto dare la sala Cabiria, che è quella grande, e la prevendita è andata davvero molto bene. Vedremo il film insieme, parleremo col pubblico, alcuni degli attori non hanno ancora visto il film, quindi sono curioso anche di conoscere le loro reazioni. Inoltre ci sarà una sorpresa. Con Francesca Mogavero di Buendia Books abbiamo preparato una versione speciale del libro che sarà in vendita solo la sera della prima, solo quel giorno, un’edizione speciale con una copertina dedicata magnificamente disegnata da Elvis Di Ponto, una cosina da collezionisti. Poi il libro vero e proprio, con la tradizionale copertina a strisce di Buendia, sarà in commercio a maggio.

Alessandro Cunsolo

https://www.facebook.com/stefano.p.oggiano