Arrivano in blu-ray le avventure calcistiche di Captain Tsubasa, restyling di Holly e Benji

Nel corso degli anni la voglia di calcio si è sempre più alimentata nella gente, rivelando quell’animo sportivo che porta le persone ad un confine tra il tifo accanito e il desiderio di palleggiare insieme agli amici. Detto ciò, non possiamo che accennare come negli Ottanta i bambini di tutto il mondo si sentisseroo attratti da questo sport grazie ad un famoso cartoon tratto da un manga datato 1981: Holly e Benji, due fuoriclasse.

Anime del 1983 che attinse dai disegni del creativo Yoichi Takahashi e che fu tradotto in giro per il globo in qualsiasi lingua (in America Latina si intitolò Supercampeones, in Francia Olive et Tom), ha portato nel 2018 a decidere di riprendere in mano quel successo clamoroso e di riproporlo per i giovanissimi del terzo millennio attraverso una serie di avventure sul campo – trasmesse in Italia a cominciare dal 23 Dicembre 2019 – dal sapore di remake e mirate a far crescere quell’agonismo sfrenato che ci coinvolge dinanzi ad una partita di calcio.

Unica premessa, voluta fortemente dai suoi autori e produttori, che stavolta il cartone animato si intitolasse Captain Tsubasa, come da originale, e che ogni personaggio portasse il proprio nome nipponico, come da manga di partenza (quindi, in Italia addio ai vari nomi come Holly, Benji, Mark Lenders e così via). Un’operazione di restyling il cui plot si muove a cominciare dal 2010, attualizzando contesti e situazioni, tanto mostrare anche l’utilizzo di vari smartphone e computer portatili, strumenti di comunicazione e simboli della moderna tecnologia.

Possiamo così prendere visione delle imprese del giovane Tsubasa Ozora (colui che, a suo tempo, nel nostro paese conoscevamo come Oliver Hutton), figlio di un capitano di navi e di una casalinga trasferitosi da poco a Shizuoka. Si tratta di un giovane amante del calcio che si trova improvvisamente di fronte al dovere di mostrare le proprie doti col pallone, iscrivendosi così alla scuola pubblica di Nankatsu ed entrando a far parte della squadra locale.

Tra le varie sfide da affrontare vi è quella dello scontro con gli avversari dell’istituto privato Shutetsu, alla cui testa si trova il capitano Genzo (in Italia fu Benji Price), uno dei migliori portieri del posto; e da qui si avvia un tragitto che porta i giovani campioni verso la gloria calcistica, all’inseguimento dell’affermazione nei campionati mondiali.

Un tuffo aggiornato nelle avventure di Holly e Benji che, grazie ad Anime Factory, sua preziosa collana dedicata all’universo dell’animazione, Koch Media, dopo aver lanciato in home video le serie originali, rende disponibile su supporto blu-ray in due volumi contenenti ciascuno due supporti in alta definizione: il primo dispensatore degli episodi che vanno dal pilota al quattordicesimo, il secondo quelli spazianti dal quindicesimo al ventottesimo.

A completamento di Captain Tsubasa, poi, vi è la sigla cantata da Cristina D’Avena intitolata Tutta d’un fiato (fino al fischio finale), la quale arricchisce il senso di nostalgia che pulsa in questa operazione ben accetta e orchestrata proprio come ai bei vecchi tempi, rincorrendo sì un pallone lungo un immenso campo di calcio puntata dopo puntata. Ma anche gonfiando quel ricordo di ciò che eravamo da piccoli dinanzi al magico piccolo schermo che trasmetteva Holly e Benji, due fuoriclasse, spingendoci a tenere stretti come allora quell’immancabile voglia di vincere.

 

Mirko Lomuscio