Astronomi scoprono una possibile Super-Terra nel nostro Sistema Solare

superterra

Gli astronomi usando i dati dell’ALMA hanno trovato un oggetto molto distante nella direzione di Alpha Centauri. L’oggetto sembrerebbe essere posizionato nella regione esterna al sistema solare e in base alla sua distanza potrebbe essere una “Super-Terra”

Alma è in grado di precise osservazioni all’infrarosso, gli oggetti ai confini del sistema solare emettono luce infrarossa ma potrebbero essere troppo freddi e distanti per essere osservati con precisione da questo tipo di strumenti. Nel 2014 Alma ha trovato un pallido oggetto nella direzione di Alpha Centauri.

L’oggetto è stato nuovamente osservato nel maggio 2015 questa volta più chiaramente. Dato che questo corpo è solo a qualche frazione di distanza dal sistema di Alpha Centauri sarebbe ragionevole pensare che faccia parte di quest’ultimo. Il sistema di Centauri è solo a 4 anni luce di distanza da noi e se fosse posizionato la sarebbe verosimilmente una nana bruna, se così fosse dovremmo già averlo visto molto tempo fa grazie ai primi strumenti all’infrarosso.

superterra2

Escluso che faccia parte del sistema di Alpha Centauri dovrebbe essere più vicino e in corrispondenza più piccolo. Con solo 2 osservazioni non è possibile determinare l’orbita dell’oggetto e siamo obbligati a supporre la sua distanza e dimensione.
Una possibilità è che sia un pianeta trans-nettuniano alla distanza di circa 100 unità astronomiche, quindi più lontano di Sedna che è a 86. Questo lo farebbe l’oggetto conosciuto più distante ancora facente parte del nostro sistema solare, ma sarebbe più piccolo di Plutone fosse a quella distanza.
Un’altra possiblità è che disti 300 unità astronomiche e sia all’incirca 1,5 volte le dimensioni del nostro pianeta. Questo lo farebbe diventare il primo pianeta di quelle dimensioni trovato nel nostro sistema. Le precedenti osservazioni dei corpi trans-nettuniani avevano portato alla conclusione che 1 o 2 super-terre potrebbero aggirarsi in quel settore del nostro sistema solare.
Una terza possibilità è che l’oggetto sia una nana bruna molto fredda alla distanza di circa 20.000 unità astronomiche. Questo tipo di oggetti dovrebbe già essere stato scoperto grazie agli strumenti all’infrarosso , forse la vicinanza alle stelle di Alpha Centauri lo hanno reso invisibile nel passato.
L’unica maniera per dipanare questo mistero è osservarlo ancora, che sia una super terra, un pianeta nano o una piccola stella è chiaro che qualcosa di nuovo si sta muovendo ai confini del nostro sistema solare.

Fonte: forbes.com