Barbara Morris intervista Rebecca Givone (Miss Principessa d’Europa)

Incontriamo Rebecca Givone Miss Principessa d’Europa che ci racconta la sua esperienza da Miss

Ciao Rebecca e bentornata su MONDOSPETTACOLO.

Grazie di cuore per questa nuova intervista.

Raccontaci il tuo percorso, da dove sei partita e dove sei arrivata oggi…

Beh circa un anno e mezzo fa mi sono addentrata in questo mondo così sconosciuto ma altrettanto interessante ed ho iniziato quasi per gioco con il concorso regionale aggiudicandomi due fasce, una vittoria inaspettata però capace di darmi  più sicurezza. Dopo nemmeno un mese dalla prima vittoria ho deciso di mettermi in gioco a livello nazionale con il concorso di Miss reginetta d’Italia; un’esperienza meravigliosa,che ha riunito alla finale nazione ben 32 ragazze provenienti da tutta Italia. In questa occasione mi sono aggiudicata il titolo di Miss Zoppini 2015,non appena ho sentito nominare il mio nome ho provato un’esplosione di emozioni, non solo perché ero riuscita a raggiungere un grande traguardo,ma perché mi ha dato grandi possibilità sopratutto nell’ambito lavorativo. Ho lavorato ad esempio per casa Sanremo durante il festival, ho realizzato un servizio fotografico per la Zoppini e tante tante altre collaborazioni. Dopo un anno ho partecipato a Miss PRINCIPESSA d’Europa,un concorso ancora più elevato. La fascia per accedere alla finale me la sono aggiudicata in modo diverso dalla solita selezione,perché il Patron Devis Paganelli l’ultimo giorno e dopo l’ultima sfilata di chiusura del festival di Sanremo ha scelto me per rappresentare la Liguria alla finale nazionale. Rispetto alle altre selezioni effettuate precedentemente questa premiazione mi ha dato tanto. Dopo essere stata premiata da Veronica Maia  il mio cuore è esploso di gioia,felicità pura e senz’altro inaspettata! Dal 12 al 16 settembre si è tenuta la finale nazionale a Rimini, con la partecipazione di 37 ragazze bellissime. Ho passato giorni meravigliosi in compagnia di persone ( staff) e di ragazze piacevoli,simpatici,umili e soprattutto molto disponibili. Il 16 settembre,il giorno della finale ero presa dall’agitazione e dall’ansia  ma per fortuna grazie al sostegno della mia famiglia ho superato tutto ed ho affrontato la finale con tenacia,determinazione,ma sopratutto serenità . Conclusa la presentazione delle ragazze arrivò finalmente il momento tanto atteso,la premiazione. Il Cuore batteva a mille, la testa era totalmente in confusione ed io,come tutte le altre partecipanti, ero agitatissima.

Quando è stato nominato il mio nome tutta l’agitazione, la stanchezza e l’ansia del momento si sono tramutate in felicità.

Cosa provi ad essere Miss Principessa d’Europa?

Essere MISS PRINCIPESSA d’Europa è un titolo importantissimo che richiede tanta responsabilità. È stato per me un grande traguardo e una grande soddisfazione. Questo concorso  mi ha dato tante possibilità di lavoro e mi ha concesso di prendere parte ad un corso di cinema a Firenze per un anno,esperienza fantastica e di grande crescita.

Ed ora ti stai preparando ad un impegno ancor più grande..

Sì questo sogno non è finito con la premiazione il 16 settembre perché una settimana fa sono stata scelta dal Patron Devis Paganelli per rappresentare l’Italia alla finale mondiale in Libano di Miss Europe World, partirò a febbraio e sono davvero emozionata ed onorata.

Ti seguiremo e ti facciamo i nostri migliori auguri.

Grazie di cuore e un saluto a tutti i lettori di Mondospettacolo.

Barbara Morris