Bates motel – Quinta stagione: in dvd il finale della serie tv derivata da Psycho

Trasmessa su Raidue dal 16 Agosto al 13 Settembre 2017, Bates motel – Quinta stagione è disponibile in cofanetto Universal costituito da tre dvd racchiusi in unica custodia amaray.

Ma quanti sono a conoscenza di Bates motel?

Sviluppata da Carlton Kuse e Kerry Ehrin, come il titolo lascia facilmente intuire è una serie televisiva basata molto liberamente sui personaggi creati da Robert Bloch nel romanzo da cui ebbe origine nel 1960 Psycho di Alfred Hitchcock, a sua volta ispirato alla figura del contadino necrofilo Ed Gein, realmente esistito.

Serie che, un po’ come avvenne in Psycho IV di Mick Garris, ha provveduto a fornire una versione adolescenziale del Norman Bates cui concesse quattro volte anima e corpo Anthony Perkins, immergendola, però, a differenza di quel prequel, in tempi moderni.

Un Norman Bates in questo caso in possesso delle fattezze del Freddie Highmore de La fabbrica di cioccolato, il quale, trasferitosi insieme alla madre Norma alias Vera Farmiga a White Pine Bay, nell’Oregon, dopo l’improvvisa morte del marito della donna, acquista con lei un fatiscente motel per poterlo riaprire; scoprendo che il suo precedente proprietario non ha intenzione di farglielo avere così facilmente.

E, da quel 2013 in cui tutto ebbe inizio, non pochi sono stati i personaggi e le situazioni proposte agli spettatori, da una compagna di scuola di Norman affetta da fibrosi cistica al primo figlio della madre, che non va d’accordo con lei e lavora come sorvegliante delle piantagioni di erba della città.

Senza contare una ambigua insegnante, uno sceriffo da cui è attratta Norma, alle prese anche col proprio fratello, una sottotrama riguardante il contrabbando di armi e, ovviamente, cadaveri, segreti pronti a venire allo scoperto e, non ultima, la preoccupazione nei confronti di una tangenziale in procinto di essere costruita nei pressi del motel.

Conducendo sempre più verso il clima horror morboso che fu alla base della saga cinematografica e che ci ha accompagnati a suon di mistero e tensione fino a questi dieci episodi conclusivi.

Dieci episodi che ripartono due anni dopo la morte di Norma, avvenuta, chiaramente, per mano del protagonista in preda ad uno dei propri raptus di follia e che, appunto, è vittima di una grave psicosi, in quanto felice ed equilibrato in pubblico, ma incontrollabile ogni volta che torna a casa, tanto più che la madre sembra volersi impossessare totalmente della sua mente.

Man mano che il già citato sceriffo, rinchiuso in prigione per falsa testimonianza, medita vendetta nei confronti del giovane squilibrato, reo dell’uccisione di colei che considerava il suo vero amore, tanto da arrivare ad inviargli un sicario.

L’entrata in scena di una ragazza che tanto ricorda a Norman la defunta genitrice e la sempre più evidente ossessione da parte dello psicopatico per la “presenza” di quest’ultima fanno da elementi salienti di un esplosivo finale di stagione non privo neppure di raccapriccianti preparativi per la cena con salma in tavola.

Dieci scene eliminate, tre minuti di papere, dieci di featurette Bates motel: chiusa attività e venti di Bates motel: il checkout arricchiscono ulteriormente, in qualità di contenuti speciali, il cofanetto Bates motel – Quinta stagione, comprendente nel cast perfino la cantante Rihanna nei panni della Marion Crane interpretata da Janet Leigh nel capolavoro hitchcockiano.

 

Francesco Lomuscio