Castano Shock: la bellezza della semplicità

Certamente a Max Bellia dobbiamo rivolgere attenzioni di glam rock, di pop internazionale, di libera espressione dentro i confini del solito cliché. Lui che si firma Castano Shock ha ripreso la filosofia del Double One e la messa in gioco per dare nuove forma ad un disco di sua scrittura. Ma poco importa tutto questo: mi piace questo rock che torna alla semplicità. Forse è proprio questo un concetto alto di bellezza…

Noi inizialmente parliamo sempre di bellezza. Andiamo oltre il concetto estetico di copertina. Per Castano Shock cos’è la bellezza?
Che bella domanda. La bellezza è come la verità, parafrasando Mango, uno dei miei preferiti. La verità è uno stato d’animo e io aggiungo che lo è anche la bellezza! Se si ha uno stato d’animo pessimo o negativo ci fa vedere qualsiasi cosa “non bene” o male; non a caso nella copertina del disco ci sono io con quella stratocaster rosa, bellissima, modificata e double one con me, con gli occhi chiusi che sogno (da sveglio?) un mondo diverso e bello e diverso “anche “ grazie alla double one. La bellezza, in sé, che cos’è? quello che ci piace, che ci attira, bello o brutto che sia!

E per restare nel tema portante del disco, la bellezza la ritrovi dentro una direzione di semplicità?
La semplicità paradossalmente sa essere complessa, tutte le cose semplici lo sono e tutte le cose complesse sempre per paradosso sanno essere semplici e questo modus è applicabile a tutte le cose e i loro “opposti” ! Per risponderti, il mio disco è bello perché mi piace, e mi piace non perché oggettivamente o soggettivamente è bello, quello può deciderlo solo lo stato d’animo di chi ascolta per caso o volutamente, un ascoltatore occasionale o un fan!
Se quello che faccio non mi piacesse non lo farei!

Che poi al semplice spesso è legato anche un concetto di banale. Eppure dimostri che non è così vero?
La semplicità non può essere banale, scrivere una canzone che piace a tutti non è semplice e non è nemmeno banale. Eppure le canzoni che piacciono e quindi belle hanno sempre queste due analogie, semplicità e banalità (apparente, aggiungo)…

Castano Shock… così di primo istinto… qualcosa di tradizionale che però sorprende. Invece la vera genesi del nome?
Poco prima dei 40 anni stavo diventando canuto qua e là, non bianco o grigio, ben inteso…qualche spruzzata di non colore, che con la mia scelta salutista di lì a poco ha fatto regredire questo processo naturale tipico dei miei coetanei …
Oggi, 10 anni dopo, sono castanissimo! L’aggettivo shock è stato aggiunto perché su youtube se scrivi castano ti appare una miriade di video sulle tinte, i capelli..modelle et similia, dovevo aggiungere qualcosa a castano ….shock quindi, come i miei testi !

A chiusa: questa nuova release del disco? Cosa promette?
La nuova release promette le stesse cose della versione prodotta un anno e mezzo fa …ovvero un tiro ed un groove incalzante, un nuovo singolo (l’uomo sbagliato) che ri suona, ma double one style, una rimasterizzazione che migliora l’intero suono del disco, la stessa sagacia e lo stesso impegno e soprattutto un prodotto diverso da tutti gli altri!