Cercasi Gesù: in dvd l’esordio cinematografico di Beppe Grillo

Come tutti sanno, tanto tempo fa, prima ancora di intraprendere una carriera politica che l’ha portato attualmente sulla bocca di tutti, Beppe Grillo è stato un comico televisivo da grandi share, grazie ai suoi sproloqui contro le classi governative di fine anni Settanta e primi anni Ottanta e ad un magnetismo scenico che, ancora oggi, gli garantisce altrettanto favore sui palchi dei propri comizi.

Tra le due carriere ve ne è stata una terza che ha avuto minor vita, ovvero quella cinematografica, la quale ha dato modo al noto cabarettista si sfoggiare le sue doti anche su grande schermo.

Ed è stato innanzitutto il regista Luigi Comencini – autore di Pane, amore e fantasia nonché creatore del magnifico sceneggiato tv Le avventure di Pinocchio – a offrirgli questa opportunità, scegliendolo come protagonista del lungometraggio Cercasi Gesù, opera del 1982 che mette alla berlina l’immagine religiosa dell’Italia di allora.

La storia è quella dell’autostoppista Giovanni (Grillo), il quale, dopo essere stato caricato in macchina da Don Filippo (Fernando Rey), viene scelto da una casa editrice cattolica come volto moderno per la rappresentazione di Gesù.

Una situazione che porta il semplice e comune individuo alle prese con eventi sempre più travolgenti, capaci di sviscerare in lui un animo buonista da dedito al prossimo, ma che finisce anche per coinvolgerlo in inaspettati risvolti drammatici.

Opera graffiante fatta su misura per l’estro “malincomico” di Grillo, Cercasi Gesù è un film che, visto col senno di poi, va preso e affrontato per quello che è: uno spaccato misericordioso dell’Italia di allora, che getta una lente d’ingrandimento sui problemi dei primi anni Ottanta (la droga, il terrorismo post anni di piombo, la disoccupazione) con fare molto sentito.

Certo, ora come ora, la fama di questo titolo è innanzitutto riconducibile alla presenza del creatore del Movimento 5 Stelle, ma non dobbiamo dimenticare che dietro a questo prodotto c’è la mano di Comencini, maestro indiscusso della nostra Commedia che fu, qui alle prese con un un racconto popolato da personaggi in cerca di “miracoli che non avvengono”.

E la scelta di Grillo come protagonista gioca bene con questo tipo di licenza registica, facendo il favore di una trama sentita e, a sorpresa, commovente, calibrata da uno script steso dal regista stesso insieme a Massimo Patrizi e all’allora sconosciuto Antonio Ricci, papà del tg satirico Striscia la notizia, nonché vecchio collaboratore del Beppe nazionale.

Oltre al bunueliano Rey, Maria Schneider (Ultimo tango a Parigi), qui nel ruolo della terrorista Francesca, incontrata per caso da Giovanni, completa il cast di Cercasi Gesù, che fece ottenere a Grillo un David di Donatello, un Globo d’oro e un Nastro d’Argento come miglior attore emergente (un altro Nastro andò al soggetto del film, di Comencini e Patrizi).

Con il trailer nella sezione extra, lo rende disponibile su supporto dvd Mustang Entertainment (www.cgentertainment.it).

 

Mirko Lomuscio