Cinema e drink: Eye of Rocky, ispirato a Rocky di John G. Avildsen

La creatività nel mondo dei drink travalica qualsiasi confine geografico, mentale e tematico. Drink ispirati a un amore, a un’emozione, ma anche a un oggetto, ai luoghi del cuore e a un film amato.

Abbiamo chiesto ad alcuni dei migliori barman e barlady romani di individuare un proprio, personale, film del cuore cui ispirarsi. Ne sono scaturite decine e decine di drink, ispirati a filmografie delle più disparate, dai classici Via col vento ai neo-classici firmati Quentin Tarantino.

dav

Con tanti registi anche italiani al centro dell’ispirazione, da Giuseppe Tornatore a Gabriele Mainetti, passando per David Lynch e il suo Mulholland drive, dai film romantici a Mad Max, passando per i cinecomic e il recente Avengers: Endgame.

Film che hanno ispirato l’uso di tutti gli ingredienti presenti nel mercato, ricette coniugate con cognac, tequila, whisky scozzese, irlandese, bourbon americani del Kentucky, vermouth piemontese, gin inglesi, romani e toscani, amari e bitter, ma anche vodka, ginger beer e liquore Strega, per una nuova ‘geografia cinematografica del bere di qualità’. Preparazioni semplici e meno semplici, da gustare nei loro ingredienti di qualità, ricette create ad hoc da barman e barlady cinefili per sperimentare sé stessi dietro il bancone con un occhio al Grande Cinema.

Oggi è la volta di Eye of Rocky, ispirato a Rocky, diretto nel 1976 da John G. Avildsen.

BARMAN: Alessio Ciucci, bartender del Borgo La Chiaracia Resort & SPA, di Castel Giorgio(Terni)

INGREDIENTI:

1 cl Maraschino Pallini
3 cl Lillet Blanche
2 cl Martini bitter
1,5 cl sherbet arancia (70%) e limone (30%)
Top soda homemade limone e zenzero

Bicchiere: tumbler basso

Garnish: ciliegina al maraschino e scorza di limone

PREPARAZIONE:
Il drink si prepara direttamente nel bicchiere tumbler basso. Si versano man mano gli ingredienti: il Martini bitter, il Maraschino Pallini, il Lillet Blanche, lo sherbet all’arancia e alla fine la soda allo zenzero e limone. Mescolare delicatamente e servire con ciliegina al maraschino e scorza di limone.

ISPIRAZIONE:
Il drink è un twist del classico Americano, con sfumature di Last Word, del Moscow Mule del Vesper. Andando a leggere le leggende sull’Americano, si racconta che questa bevanda è stata creata in onore del famoso pugile italiano Primo Carnera, che veniva soprannominato, appunto, L’Americano. Il drink rivela qualche similitudine tra il pugile che è esistito veramente e il protagonista della saga di Rocky, interpretato da Sylvester Stallone, dal momento che sono entrambi di origine italiana. In questo cocktail, però, il punto nevralgico non è sul Rocky pugile, bensì sul Rocky “padre di famiglia” e “uomo di casa” e infatti il drink risulta più delicato.