Cinema e drink: Slimer, ispirato a Ghostbusters – Acchiappafantasmi

La creatività nel mondo dei drink travalica qualsiasi confine geografico, mentale e tematico. Drink ispirati a un amore, a un’emozione, ma anche a un oggetto, ai luoghi del cuore e a un film amato.

Abbiamo chiesto ad alcuni dei migliori barman e barlady romani di individuare un proprio, personale, film del cuore cui ispirarsi. Ne sono scaturite decine e decine di drink, ispirati a filmografie delle più disparate, dai classici Via col vento ai neo-classici firmati Quentin Tarantino.

Con tanti registi anche italiani al centro dell’ispirazione, da Giuseppe Tornatore a Gabriele Mainetti, passando per David Lynch e il suo Mulholland drive, dai film romantici a Mad Max, passando per i cinecomic e il recente Avengers: Endgame.

Film che hanno ispirato l’uso di tutti gli ingredienti presenti nel mercato, ricette coniugate con cognac, tequila, whisky scozzese, irlandese, bourbon americani del Kentucky, vermouth piemontese, gin inglesi, romani e toscani, amari e bitter, ma anche vodka, ginger beer e liquore Strega, per una nuova ‘geografia cinematografica del bere di qualità’. Preparazioni semplici e meno semplici, da gustare nei loro ingredienti di qualità, ricette create ad hoc da barman e barlady cinefili per sperimentare sé stessi dietro il bancone con un occhio al Grande Cinema.

Oggi è la volta di Slimer, ispirato a Ghostbusters – Acchiappafantasmi di Ivan Reaitman.

BARMAN: Andrea Jachetta, barman di Misto – Mixology e Cibarie di Roma

INGREDIENTI:

6 cl VII Hills Italian Dry Gin
3 cl succo di mela acidificato
1,5 cl sciroppo di cannella piccante
1,5 cl liquore Roots Mastiha
1,5 cl albume
2 dash bitter al sedano

Bicchiere: coppa

Garnish: timo e fili di peperoncino

PREPARAZIONE:
Versare tutti gli ingredienti nello shaker, riempire di ghiaccio, shakerare, filtrare il drink dal tin all’half tin, effettuare una dry shake e versare con doppio strainer in una coppa. Guarnire con timo e fili di peperoncino.

ISPIRAZIONE:
Un drink ispirato al film Ghostbusters – Acchiappafantasmi fin dal suo colore, un verde brillante che ricorda Slimer, il simpatico fantasma da cui prende il nome. Uno degli ingredienti del cocktail, la mela, riporta alla “Grande Mela”, New York, dove il film è ambientato e dove la Storia della Miscelazione ha avuto inizio.