Claudia Conte: la principessa del Festival  di Venezia

Oggi intervistiamo Claudia Conte, giovane e promettente attrice del panorama artistico italiano quest’anno raggiante durante la 76 Mostra D’arte Cinematografica di Venezia.

Claudia, sappiamo che la tua prima volta al Festival di Venezia ti vede in veste di conduttrice…

Ho avuto l’immenso onore di condurre la cerimonia di premiazione dello Starlight International Cinema Award alla presenza dell’autorevole Academy tutta al femminile e del direttore del Festival Alberto Barbera.

Nella foto: Claudia Conte con Alberto Barbera e Massimiliano Gallo

Tra i premiati star internazionali come l’attore cileno Alfredo Castro, la tunisina Hend Sabri…

Nella foto: Claudia Conte con Hend Sabri

il nostro Massimiliano Gallo, la regista nonché giurata del Festival Antonietta De Lillo e la Presidente della Fondazione Cinema per Roma Laura Delli Colli. È stato emozionante presentare questo Award anche perché ha uno sguardo particolare rivolto a temi sociali.

Che emozione hai provato?

Un sogno che si realizza, la dimostrazione che con l’impegno e la passione tutto diventa possibile!

Sei giovane ma hai già realizzato molti sogni. Quale il prossimo desiderio che vorresti realizzare?

Sono tanti. Sicuramente mi piacerebbe tornare a Venezia con un film in concorso, vorrei avere la possibilità di mettermi alla prova con un ruolo complesso che possa emozionare il pubblico.

Ti abbiamo visto sfilare sul red carpet di Venezia con un abito principesco, elegante e molto raffinato, dal color cielo impreziosito da Gioielli color oro. Come mai questa scelta?

«La scelta di questo abito è nata dalla mia voglia di far conoscere nuovi talenti italiani al maggior numero di persone, soprattutto perché il Made in Italy è un nostro fiore all’occhiello da valorizzare ed esportare all’estero. Anche la scelta dei gioielli Boccadamo non è casuale, apprezzo molto la creatività, l’estro e l’eleganza del maestro orafo Tonino Boccadamo.

La mia stylist Paola Percoco, nel presentarmi gli outfit per il red carpet, ha pensato per me ad un abito romantico, da sogno, proprio come da mia richiesta, e così la scelta è ricaduta su una creazione di Ina Bordonaro, una giovane designer siciliana. Sono convinta che in Italia bisogna credere di più nei giovani e nelle loro potenzialità »

Quindi devo desumere che tutti i tuoi outfit fossero di giovani talenti della moda italiana, vuoi raccontarmi qualcosa delle tue mise?

“Ho scelto giovani designer provenienti da tutta Italia. Per l’arrivo in Darsena all’Hotel Excelsior un abito di Lara Stuttgard, Fashion Designer genovese abbinandogli una borsa di Nathalie Ocalan.

Per la conduzione del Premio Starlight un abito di Jessica Sciarra,  fashion designer di San Benedetto del Tronto E per la cena di gala ho optato per un abito da favola di Arianna Di Maio, fashion designer e proprietaria dell’omonima azienda di moda.”

La Redazione

Credits:
Ph Mario Castaldi
Personal Assistent Cristina Dragut
Hair Stylist Domenico Carotenuto

https://www.instagram.com/claudiaconteactress/