Claudio Bondatti: Partecipare al “Mistero di Kyra” è stato emozionante!

La corsa di un’auto alle prime luci dell’alba. Un cane tra le braccia di una ragazza e poi di un uomo, diversamente abile che è su una sedia a rotelle, all’interno di una scuola. E poi quegli occhi, che “parlano”. Trasmettono tutte le emozioni. Sono espressivi e misteriosi allo stesso tempo e presentano un cortometraggio in cui viene trattata la diversità a 360 gradi, insieme al tema della comunicazione telepatica.

Tutto racchiuso nel “Mistero di Kyra”, cortometraggio scritto da Claudio Lucarelli e Maria Berardi. Tra gli attori un volto noto di fiction di successo di Canale 5, Claudio Bondatti. Per lui il ruolo forse più espressivo e difficile allo stesso tempo, quello del diversamente abile con un amico a 4 zampe nella sua vita e per la sua vita.

Il regista Claudio Lucarelli affronta il tema della comunicazione telepatica nel corto, un terreno poco esplorato di per sé, ma lo è ancora meno quando si tratta di animali. Il sottile filo che unisce e amalgama la storia è l’amore verso la vita, l’amore come solidarietà, amicizia e l’amore puro. Malattia psichica e fisica, guarigione fisica e psichica si intersecano come in un arabesque multicolore, in cui lo spettatore viene quasi incatenato alla poltrona. Il cast sapientemente scelto e amalgamato tra attori professionisti, quali appunto, l’espressivo Claudio Bondatti, la solare Anna Giulia Romani, il magnetico Ivan Gray e la vivacità di Andrea Bacarelli e gli alunni del Liceo Morgagni di Roma con alcuni professori.

Il pregevole Cameo dello scomparso di recente il DJ Feelx impreziosisce l’opera che scorre in modo avvincente. Ultimi e non da meno la presenza dei due quattro zampe Kyra e Yoda che danno brio alla vicenda come due attori.

Saranno loro, accanto a uno degli attori principali, Claudio Bondatti, a trasmettere ancor di più il filo conduttore del cortometraggio, quello della forza nonostante tutti gli eventi difficili che la vita può costringere ad affrontare. Quella forza che si chiama solidarietà, amore puro, rispetto. Tre elementi importanti condivisi anche dall’attore Claudio Bondatti di Ferentino (Fr) classe 1981, modello e attore cinematografico. La moda, il teatro e il cinema lo hanno sempre affascinato. Inizia a muovere i primi passi nel mondo dello spettacolo quando è ancora adolescente. Dopo un primo ed entusiasmante percorso come dj, si avvicina al mondo della moda e della fotografia calcando importanti passerelle, indossando abiti di alcuni prestigiosi Atelier della provincia di Frosinone. Nel 2000 arriva la svolta. Trova la sua strada, quella della recitazione. Partecipando alla passione vivente nella sua città, Ferentino, rappresentando la figura di Gesù Cristo, capisce che il teatro, la televisione, il cinema sono il suo mondo. Soddisfazioni continuano ad arrivare nel 2013 quando si aggiudica tre importanti fasce al concorso di bellezza “Mister belli d’Italia”: Mister Spettacolo, Mister Cinema e soprattutto Mister Bello D’Italia Lazio. Ha partecipato a spot pubblicitari. La svolta arriva nel 2014 quando è stato chiamato per fare il provino della fiction di successo “L’onore e il rispetto 4”. Ha subito ottenuto un ruolo da poliziotto. Il suo personaggio è riconfermato anche nella serie “L’onore e il rispetto 5 – ultimo Capitolo- come agente scelto di Daria Baykalova (Bertolaso) recitando anche con Lisa Gastoni e con attori di fama nazionale e internazionale. Sarà anche nella fiction “Il bello delle donne… alcuni anni dopo”. Bondatti ha indossato anche le vesti di un primario nella fiction “Non è stato mio figlio” sempre alla corte di Gabriel Garko.

Tra i suoi ultimi impegni, il ruolo nel cast del cortometraggio “Il mistero di Kyra”. Corto che sarà presentato al Film festival a Matera, a Torino e sarà candidato al premio “Remigio Paone”.

La Redazione