Con Odio l’estate arrivano in dvd le vacanze da ridere di Aldo, Giovanni e Giacomo

Visto nelle sale cinematografiche a fine Gennaio 2020, arriva in dvd sotto il marchio Warner Odio l’estate, la commedia che ha segnato il ritorno tutti insieme sul grande schermo per Aldo Baglio, Giovanni Storti e Giacomo Poretti, a quattro anni dal surreale Fuga da Reuma Park.

Un ritorno per il quale il trio comico che abbiamo imparato a conoscere come Aldo, Giovanni e Giacomo ha chiamato al timone di regia il Massimo Venier che li consacrò nell’ambito della Settima arte grazie ai loro primi cinque film da protagonisti, da Tre uomini e una gamba a Tu la conosci Claudia?, sbancando puntualmente, di volta in volta, il box office.

Un ritorno che, non senza un velo di malinconia, li vede calati nel filone vacanziero: Aldo truffaldino, Giovanni preciso e Giacomo fiscalista, tutti sposati e con mogli e figli al seguito finiscono per dover sventuratamente condividere lo stesso tetto di un’abitazione presa in affitto per l’estate al mare.

Una convivenza forzata che li costringe a conoscersi meglio, andando incontro sia ad esilaranti disavventure che a qualche cambiamento esistenziale, tanto da arrivare a solidificare un’amicizia inaspettata.

E Odio l’estate, chiaramente, ci restituisce un trittico stagionato e ancora desideroso di regalare al proprio pubblico quel tipo di ironia che lo reso noto, opportunamente rielaborata in relazione all’età avanzata e con qualche scorcio crepuscolare atto a condurre ad un epilogo spiazzante.

Una commedia fresca e gradita, capace di gestirne i tempi delle battute nel proporre, in fin dei conti, una sorta di versione riveduta del Ferie d’agosto di Paolo Virzì, ma dal quale si distanzia comunque alla grande.

A proposito del sopra menzionato Tre uomini e una gamba, poi, non manca un revival della partita di pallone in spiaggia; mentre il cast secondario sfoggia da un lato Maria Di Biase, Carlotta Natoli e Lucia Mascino come mogli dei tre, dall’altro un divertente Michele Placido nel ruolo di un carabiniere dai metodi discutibili e i giovani Davide Calgaro e Sabrina Martina figli di Aldo e Giovanni.

Figli destinati a riservare una parentesi romantico-adolescenziale, nel corso di oltre un’ora e quaranta di visione che, forte anche di una partecipazione di Massimo Ranieri impegnato ad interpretare se stesso, è accompagnata nella sezione extra dal trailer da circa quattordici minuti di making of.

 

 

Mirko Lomuscio