Conosciamo meglio AZZURRA

Chi è Azzurra?

“Sono Azzurra ma ho gli occhi marroni. Sono pragmatica ma credo nell’amore. Sono psicologa ma canto”. È così che mi presento sui social. Sono un insieme di queste contraddizioni ma ho smesso di combatterle per definirmi. Io sono tante cose e questo mi spinge sempre a cercare nuovi stimoli da ogni ambito.

 

Raccontaci il tuo brano…

“Segreteria” è un brano leggero ma non superficiale. Parla di uno dei bisogni più forti, a mio avviso, dell’essere umano: sentirsi considerati, nel bene o nel male. Ho smorzato questo concetto importante con un beat fresco e con l’ironia: ho paragonato la paura dell’indifferenza alla segreteria telefonica. Nulla fa più male di un tono di voce cordiale ma impassibile che ti lascia appeso ad un “TU TU TU”.

 

Come hai vissuto la tua musica durante il periodo Covid?

Ho cercato e cerco di sfruttare questo momento di “stallo” per scrivere e sperimentare senza fretta e inutili corse. D’altra parte esibirsi live è la cosa che più mi manca. È il momento che più mi riempie e che più mi fa capire quanto le mie canzoni stiano davvero arrivando al pubblico, più di qualsiasi like o stream.

 

 

Sei pronta per un disco di inediti?

No! Non mi sento mai completamente pronta perché sono molto critica con me stessa. Ma ho necessità esprimermi e di sperimentare, quindi cercherò di mettere a tacere le mie paure e di far uscire al più presto brani nuovi!