Conosciamo meglio FABIO DE VINCENTE

Chi è Fabio De Vincente?

Uno tra tanti milioni di miliardi di esseri umani che sono passati e passeranno su questa terra che cerca di dare un senso alla sua esistenza tramite la musica. Da sempre non c’è distacco tra la mia vita, da cui prendo ispirazione, e il mio lavoro: vivo in simbiosi.

Persevero in una direzione unica, non ho mai avuto un piano b e non prenderò mai in considerazione una vita al di sotto delle mie aspettative.

Raccontaci il tuo brano…

Nel 2016 avevo fatto The Voice ma dopo qualche mese i riflettori si sono spenti.

Il brano l’ho scritto nel settembre di quell’anno dopo la richiesta di un discografico di scrivere una hit.

Il pomeriggio dopo, appena sveglio, ho vomitato una settantina di frasi in metrica, erano latenti, volevo raccontare, in 3 minuti, intensi stati d’animo e periodi della mia vita ma soprattutto la grande voglia di riscatto; sentimenti ancora più attuali oggi per me!

Come hai vissuto la musica durante il periodo Covid?

Partendo dal fatto che questo periodo non sia ancora finito, ho suonato e scritto poco, ma quel poco di grande intensità e spessore. Ho progettato tutto ciò che avrei voluto accadesse nel momento in cui fossi partito in questa nuova avventura e ho lottato con me stesso per sopravvivere sia economicamente, avendo avuto lo sfratto di casa, essendo rimasto senza acqua calda e riscaldamento e senza soldi per fare la spesa, sia e soprattutto psicologicamente vedendo il tempo passare ma sapendo di avere dei brani pronti da far uscire senza riuscire a farli emergere. Tutto questo è stato logorante ma non ho mai smesso di credere di farcela! 

Sei pronto per un disco di inediti?

Il disco è pronto da parecchio tempo e non avete idea di quanto abbia patito nel tenere i brani fermi. Questo è il promo singolo che ne precede diversi per poi arrivare all’uscita dell’album.