“Conosciamoli Meglio”: Ghyblj intervista Colza!

Amici di Mondospettacolo, oggi il vostro Ghyblj intervisterà per voi un bravissimo rapper italiano, il suo nome? Colza!

Ciao Colza, cosa ispira un giovane ragazzo a diventare una star internazionale del Rap?

Ciao Ghibli, quello che ispira un giovane ragazzo a diventare un rapper è lo spirito di rivalsa, la voglia di far vedere chi è veramente.

Dal tuo primo album musicale “Oro Vero” ad oggi, come si evoluto il genere rap?

Dal mio album “Oro Vero” è passato tanto tempo e da allora la musica è cambiata, il rap è cambiato, oggi si è più concentrati sull’apparire piuttosto che dedicarsi a un testo più sensato.

Un rapper per essere definito tale, deve necessariamente essere trasgressivo e contro le regole?

No, non per forza, un rapper non deve necessariamente apparire trasgressivo e contro le regole, infatti il modello che vorrei seguire io è quello di un ragazzo sano, che non fa uso di droghe e di alcol e non deve per forza essere contro lo Stato.

Durante l’ultima kermesse sanremese sei stato visto, inseguito, paparazzato e immortalato dai media a eventi di gala (quelli che contano)… Ed a proposito: cosa ne pensi della musica italiana?

La mia esperienza a Sanremo è stata molto bella nonché la prima. Io penso che la musica italiana abbia un forte potenziale che però, purtroppo, ancora all’estero non è compreso, soprattutto nel rap, ma sono sicuro che negli anni a venire anche un singolo italiano potrebbe essere conosciuto e cantato all’estero, esattamente come uno inglese.

Oggi sei in tournée europea con il tuo brano “Maradona”, cosa ti ha ispirato a cantare un brano dedicato ad una star del calcio? Le sue grandi doti professionali o la sua sregolatezza?

Sì in questo momento sono in tour e sono molto contento di quello che sto facendo. L’idea di Maradona nasce semplicemente dal voler raccontare a tutti, non il personaggio di Maradona come persona sregolata o come persona fuori dal comune, ma vorrei far capire che tutti noi possiamo essere dei Diego Armando e tutti noi possiamo essere degli eroi della nostra vita e soprattutto la cosa più importante è quella di lasciare un segno sulla terra.

Molti tuoi colleghi sono diventati famosi grazie alla loro partecipazione a talent, cosa ne pensi in merito?

Per quanto mi riguarda non ho mai avuto nulla in contrario rispetto ai talent in quanto ognuno è libero di scegliere come crede la propria strada, non è mai stata una mia via preferenziale, in quanto sono sempre stato dell’idea che un rapper per crearsi un suo uso pubblico non abbia bisogno di apparizioni televisive programmate, però ho avuto a che fare con quel tipo di mondo e lo apprezzo.

Un rapper di fama nazionale o internazionale che merita il tuo plauso ed uno che proprio non ha tali capacità?

Il rapper che più ammiro è Sfera Ebbasta in quanto è riuscito a costruire tutto il suo percorso da zero e nonostante le critiche, continua a fare quello che gli piace al meglio. Non mi piace criticare i miei colleghi, ce ne sono tanti che a parer mio non meritano ciò che hanno, ma sicuramente se il cielo gliel’ha dato un motivo ci sarà.

Com’è il rapporto con la tua famiglia? Ti sostengono nelle tue decisioni artistiche?

Sin da bambino ho sempre avuto una grande fortuna che è la mia famiglia, potrei meglio definirla come la mia più grande fortuna in assoluto. Devo dire che loro per quanto riguarda la musica mi hanno sempre appoggiato e anche sotto il punto di vista tecnico mi danno dei consigli, sia per quanto riguarda la scrittura che per quanto riguarda la musica.

Gli italiani sono un popolo di?

Gli italiani sono un popolo particolare che segue solo quello che gli interessa e a volte odiano compulsivamente, ma di questo non gliene si può fare una colpa, in quanto ogni popolo ha suoi pregi e difetti.

Progetti futuri?

In questo momento sto lavorando a un nuovo disco in collaborazione con Shada San e Red Nose, ma per ora non si può dire nulla.

Ghyblj

https://www.instagram.com/colzadiegoarmando/

Tags: ,