“Conosciamoli Meglio”: Ghyblj intervista Sara Tommasi!

 

Sara Tommasi benvenuta su Mondospettacolo, siamo molto curiosi di conoscerti meglio. Prima la laurea all’università Bocconi, poi un corso di recitazione presso il CTA di Milano “scuola artistica di improvvisazione recitazione e dizione”, (la stessa che ho frequentato anche io), quanto ti ha aiutato per poi approdare allo schermo televisivo?

Ciao Ghyblj. Buongiorno a tutti, innanzitutto!! Grazie a Mondospettacolo per l’occasione. Sì la mia formazione è stata molto importante per me. Prima la laurea in gestione dei Mercati Finanziari con 105 /110. Un bel risultato per i miei genitori. Conobbi Lele Mora che mi propose per l’Isola dei Famosi 4 e abbandonai la finanza. Sì, inoltre avevo studiato al CTA di Milano con Nicoletta Ramorino. Quando ancora non pensavo di entrare in questo mondo, al secondo anno di università. Poi Lele mi cambiò la vita. Devo dire una scuola completa sia per la dizione che per lo studio del copione. Anche tu sarai d’accordo, immagino.

 

Artisticamente parlando hai un gran palmares, da finalista a Miss Italia a Paperissima, sprint poi star tra le schedine in quelli del calcio, poi ancora la tua partecipazione all’Isola dei Famosi, conduttrice al fianco di Paolo Limiti e tanto altro ancora, quali di tutte queste importanti esposizioni mediatiche porti oggi ancora con affetto nel cuore?

Sicuramente è grazie all’Isola dei Famosi che raggiunsi maggior splendore. Il reality è una piattaforma stupenda per farsi conoscere al grande pubblico.

 

Sara, poi il silenzio, ed il buio a causa di un forte stato depressivo, che mostro è la depressione?

La depressione è un mostro, come hai detto bene tu. Ma si può sconfiggere. E io la voglio sconfiggere ad ogni costo!

 

Visto le tue esperienze artistiche ma anche il malessere che si era impossessato di te che consiglio ti senti di dare alle giovani ragazze che vogliono intraprendere l’attività nel mondo dello spettacolo?

Consiglio di non perdere mai il contatto con la loro famiglia alle giovani ragazze che si affacciano in questo mondo. Alle volte potrebbero seguire solo il lavoro e trascurare i valori con le quali sono cresciute e questo non va bene.

 

Una tua parere sulle attuali produzioni televisive?

Sono una grande appassionata di Barbara D’Urso. Ha un grande cuore e si vede.

 

Sara, nel tuo percorso artistico hai avuto tanti collaboratori e conosciuto tanti Vip, chi oggi butteresti giù dalla torre e per quale motivo?

Me stessa. Ero giovane e non preparata e alle volte sono stata affiancata da collaboratori sbagliati.

 

Cos’è per Sara Tommasi l’eleganza e cos’è la volgarità?

L’eleganza è indossare un abito nero raffinato con tacchi alti. La volgarità è indossare un abito cortissimo e troppo scollato magari colorato.

 

Come passa le proprie giornate Sara Tommasi?

Vado a correre al parco. Leggo libri di cinema. Cucino piatti prelibati, come la tartare di tonno.

 

Cosa non deve mai mancare nella tua borsa quando sei a passeggio?

Il rossetto. Che va sempre via.

 

E’ appena terminata la 70esima edizione del festival di Sanremo, una tua impressione su questa kermesse canora?

Mi è piaciuta molto Elettra Lamborghini. Simpatica, ironica. Ma anche la bravissima conduttrice Diletta Leotta.

 

Prossimi impegni artistici?

Sto valutando con il mio management di inserirmi – in qualche modo – nel Format La Niña; lo Show itinerante in Tour per l’Italia, composto da musica e spettacolo di Circensi professionisti quali i Takimiri.

 

Oggi Sara Tommasi ha ancora sogni nel cassetto?

Sì andare a San Remo come protagonista, vestita Giorgio Armani.

Ghyblj  

https://www.instagram.com/officialtommasi