Corona rompe il silenzio: “Adesso parlo io”

3

La bufera scatenatasi su Fabrizio Corona sembra non volersi arrestare.

Tornato in carcere con l’accusa di intestazione fittizia di beni, il fotografo più chiacchierato d’Italia ha però deciso di non arrendersi e di dire tutta la verità o, almeno, la sua versione.
Secondo i suoi legali, Fabrizio avrebbe ammesso di aver ricevuto dei compensi in nero per le serate (le cosiddette “ospitate”) nei locali e avrebbe parlato di due conti in Austria: per le sue ammissioni, non ci sono più dunque i motivi per la custodia cautelare in cella.

Corona quindi deciso di parlare, spiegando che <<I contanti trovati nel controsoffitto e quelli in Austria sono frutto del mio lavoro e di quello della società Atena e avevo intenzione di pagare le tasse>>.

2

L’ex di Nina Moric e Belen Rodriguez intende continuare a lottare soprattutto per rivedere suo figlio, Carlos, di cui qualche tempo fa aveva detto: <<Lo vedo regolarmente. Lui è un bambino speciale. Ha 14 anni, ma è come se ne avesse 30. Conosce a memoria le mie disavventure. Quando sono tornato, mi ha abbracciato e detto: ‘Papà ora ci penso io a te’. Se non lo chiamo per un giorno, preso dalla mia vita frenetica, mi rimprovera>>.

E proprio a Carlos è dedicato il suo ultimo libro, Mea Culpa, edito dalla Mondadori, in cui Corona racconta il suo passato da bad boy e la fatica per ricominciare, la voglia di ricostruirsi una nuova immagine e un nuovo futuro.

1

Su Fabrizio interviene anche Don Mazzi, il prete alle cui cure era stato affidato il vip: <<Nei quattro mesi in cui è stato nella mia comunità si è comportato come tutti gli altri. Non ho dovuto fare nessuna fatica. I problemi di Corona, come tanti altri, non si possono risolvere in galera. Va curato>>.

Ora saranno i giudici a decidere se Corona sarà scarcerato o meno. Intanto, Fabrizio fa sua la frase che aveva scritto nel primo capitolo del suo libro: <<Usa questo tempo che hai a disposizione per cambiare, per migliorare, per essere felice, per tornare finalmente a essere quello che sei veramente. Riprenditi te stesso>>.

Sabrina Lanzillotti