CRISTINA CATTONI INTERVISTA SHARON ALARIO

Amici di Mondospettacolo sono Cristina Cattoni (Miss Over 2012) e oggi sono qui in veste di superinviata per questa intervista in esclusiva alla splendida fotomodella/presentatrice Sharon Alario

Ciao Sharon, benvenuta su Mondospettacolo come stai innanzitutto?

Ciao Cristina e ciao a tutti i lettori di Mondospettacolo, sto benissimo e in questo periodo sono davvero molto felice!


Sharon per prima cosa ti chiederei di parlarci di te stessa chi è Sharon Alario?

Parlare di se stessi non è mai stato facile per nessuno. Anzitutto vorrei ringraziare te Cristina e il direttore di Mondospettacolo Alex Cunsolo, per avermi chiamato come ospite, è sempre un piacere per me!
Io sono Sharon e sono una ragazza semplice che vive dei suoi sogni. Ho un ricordo molto lontano della mia infanzia, come tutti d’altronde, però i miei genitori potranno confermarvi che sono stata un personaggio fin da bambina. Già all’età di 5 anni mi dilettavo nell’inventare spettacoli in casa creando il mio piccolo teatro.
Crescendo ho frequentato scuole di recitazione, ma solo per brevi periodi di tempo.
Oltre a vivere il mondo del teatro e dello spettacolo nel crescere ebbi una grossa influenza da parte di mio padre nell’apprezzare il mondo dell’arte fotografica. Lui coltiva la passione di fotografo da 30 anni e non vi dico quanti shooting fotografici ho ricevuto da bambina!

Come nasce la tua passione per il mondo della fotografia e della moda?

Quasi ormai 3 anni fa, una volta che raggiunsi l’obiettivo di prendere il mio Diploma a pieni voti decisi che era ora di mandare i Curriculum per entrare nel mondo del lavoro. Nel mandare i CV un giorno vidi un annuncio di ricerca di nuovi volti come modelle. Non vi racconto tutto nei dettagli, ma posso dirvi quell’ annuncio fece nascere in me il desiderio di provare ad essere modella. Ero timida e mi credevo bruttina ma desideravo provare e magari indossare quegli abiti che fino a prima avevo visto solo nei film. Quando in te nasce un desiderio, se ci credi davvero, il mondo si predispone per te affinché tu lo possa realizzare.
Non mi presentai in quella Agenzia, la mia famiglia aveva paura di una truffa. Due giorni dopo però fui cercata da un fotografo di Desenzano che “casualmente” aveva bisogno urgentemente di una modella per scattare in una location nuova. Il destino? La fortuna? Come faceva a sapere che solo due giorni prima io avevo deciso di provare ad essere modella? Io non lo so, ma so che quello fu il mio INIZIO.
Dopo quel giorno iniziai a pubblicare le mie foto, iniziai a partecipare agli eventi fotografici ed iniziai a conoscere persone nuove che sono diventate non solo colleghi ma grandi amici. Avete presente quando una pallina di neve inizia a rotolare dalla punta di una montagna? Ecco, la mia vita è così.

Però poi qualcosa è cambiato nella tua vita, forse hai capito che la tua strada nel mondo dello spettacolo sarebbe stata quella della conduttrice/presentatrice giusto?

Si Cristina, qualcosa accadde quando fui lanciata nel mondo dello spettacolo come presentatrice. Quel giorno che decisi che il mio vero mondo era presentare spettacoli e recitare fui scoperta da un personaggio artistico che nel giro di una settimana mi portò con sé sui palchi come assistente. Qualcuno potrebbe chiamarla fortuna, io la chiamo determinazione nel raggiungere i propri sogni.


So che quest’anno è accaduta una cosa che ti ha segnata molto…raccontami un po’!

Purtroppo viviamo nel mondo reale e non esistono solo le favole. Il 15 Gennaio di quest’anno ho perso una parte di me: mio nonno. I miei genitori sono separati da molti anni. Ho sofferto tremendamente questa separazione, avevo appena 5 anni. I miei nonni Gabriele e Maria mi accolsero a braccia aperte e mentre mia mamma lavorava dalla mattina alla sera loro mi hanno cresciuta.
Mio nonno è sempre stato il mio punto di riferimento, ogni problema chiamavo lui. Lui c’era sempre sempre sempre. Lui ha asciugato tante mie lacrime. Lui mi ha visto nei miei momenti più difficili. Lui ogni volta che avevo bisogno prendeva la sua macchina e correva da me. Lui mi scaldava sempre le mie mani fredde. Lui mi amava. Mi tremano le mani a ricordare tutto questo, perché mi manca tantissimo. Ma a lui ho fatto una promessa prima di morire: gli ho promesso di dimostrare che sono una donna forte, gli ho promesso che i suoi principi morali a me insegnati saranno sempre nel mio cuore e gli ho promesso di amare gli altri come lui ha sempre fatto.
Quel che io sono oggi è lo specchio di ciò che la mia famiglia mi ha insegnato.
Dopo questa grandissima perdita ho deciso di cambiare la mia vita, lavorando da lunedì a domenica e impiegando ogni attimo della mia giornata per seguire i miei sogni.


Si dice però che il destino quando ti toglie qualcosa te ne dà comunque un altra…

Sembrerebbe proprio così Cristina…. esattamente due settimane dopo la perdita di mio nonno ho avuto il weekend che mi ha cambiato la vita. 8-9 Febbraio 2014 saranno due giorni che non potrò mai dimenticare.


Sharon i nostri lettori e le nostre lettrici sono curiosi, dai non tenerci sulle spine, ormai sono supercuriosa anche io, cosa ti è successo a febbraio? (sorrido)

L’8 Febbraio mi sono ritrovata a Milano accanto a Fiorello a girare lo Spot Televisivo di una nota compagnia telefonica. La cosa buffa è che nulla era organizzato. Fiorello era dentro il negozio per girare lo Spot e quando io sono arrivata il negozio era vuoto con intorno tutto lo staff televisivo. La gente nel vedere le telecamere aveva iniziato a tirare fuori dalle borse i telefoni per fare le foto. A quel punto arrivò un uomo che iniziò ad urlare: “via tutti, via i telefoni, stiamo lavorando!” La mia reazione? Sono andata dal regista e gli ho chiesto: “Scusate ma cosa state facendo?” Il regista mi ha guardato in modo veramente strano, siamo stati un minuto abbondante a fissarci in silenzio. Non so cosa ha pensato mentre mi ha fissato, so solo che cinque minuti dopo io ero dentro quel negozio a girare lo Spot con Fiorello. Come ben tutti sanno sono state riprese più persone in Italia, ma come pubblicità cartacea hanno scelto il mio volto nei cartelloni, nel loro sito e nelle riviste del negozio. Tutta Italia ha visto la ragazza dal cappellino grigio alla francese.
Ma quel weekend riservò altre sorprese, perché ho conosciuto persone che sono entrate nella mia vita e mi hanno resa felice.


E Oggi?

Oggi? Oggi sono Sharon, semplice felice e determinata. Ho un sogno: lavorare nel mondo della televisione come presentatrice. Perché? Perché amo intrattenere il pubblico con il mio carattere.


Sharon come ben saprai ho organizzato una selezione del concorso di bellezza più importante per le Over e sarai al mio fianco nella conduzione della serata. Vuoi dire ai nostri lettori e alle nostre lettrici dove, come e quando sarai chiamata a condurre questo importante evento?

Certo Cri (sorride)Il 17 Maggio vi aspetto tutti quanti a Viareggio al famoso Twiga in una delle tappe più importanti del concorso internazionale Miss Over di Elio Pari. Io avrò l’onore di presentare la serata dove avremo tante belle donne pronte a mettersi in gioco, una ricca giuria di personaggi importanti e…un ospite a sorpresa televisivo.


Prima di concludere vuoi dire al nostro pubblico i tuoi progetti futuri?

Cristina, ti dico che questo è solo l’inizio di Sharon, perché io ho un progetto da portare avanti e volere è potere.

E io e tutta la redazione di Mondospettacolo ti auguriamo le cose più belle e siamo certi che ti vedremo fare grandi cose! Brava Sharon!

Grazie Grazie Grazie a te e a tutti coloro che leggeranno la nostra intervista!

Cristina Cattoni