Disponibile il trailer de I giorni bianchi, il nuovo film di Davide Alfonsi, Denis Malagnino e Marco Pocetta

Prossimamente sulle principali piattaforme digitali televisive I giorni bianchi, il nuovo lungometraggio di Davide Alfonsi, Denis Malagnino e Marco Pocetta (DCP), registi e produttori di Il codice del babbuino, Ad ogni costo e La Rieducazione (Amanda Flor).

Italia, Marzo 2020. Il Premier Conte annuncia il lockdown nazionale per arrestare la crescita prerompente dei morti da Covid: “State a casa” è il messaggio raccomandato a tutte le famiglie italiane per rallentare il diffondersi del virus, ma la chiusura totale adottata acuisce in molti nuclei, già precari e in difficoltà, i disagi esistenti.

Ne I giorni bianchi riaffiorano problemi latenti innescando un climax di follia che sfocerà in un impensabile delirio.

I giorni bianchi di Davide Alfonsi, Denis Malagnino e Marco Pocetta, con Daniele e Simona Malagnino, è la nuova sorprendente pellicola prodotta da Donkey’s Movies che racconta la quarantena di una famiglia italiana. Mentre all’esterno cresce il numero dei morti e delle attività commerciali chiuse, all’interno di una famiglia si consuma una tragedia nella tragedia con un pathos da film horror che mostra, con primi e primissimi piani alla Cuarón, i problemi scaturiti dal necessario “Stay At Home”.

Con la recitazione straordinaria di Simona Malagnino, per la prima volta in un film, in un ruolo femminile drammatico da cinema neorealista, le colonne dell’Amanda Flor realizzano una pellicola diversa rispetto alle precedenti produzioni: decisamente più ansiogena e claustrofobica, ma sempre cinicamente realistica.

“Tre personaggi esemplari dell’Italia di oggi – così ha dichiarato Davide Alfonsi, uno dei registi del film – condividono i loro giorni di quarantena. Un maschio schiacciato da responsabilità più grandi di lui, una donna sterile che agogna una maternità impossibile, un demente in balia di deliri calcistici. Un cane a guardia della normalità che sta andando a pezzi, nella ripetizione automatica di gesti e azioni, che malcelano il seme della follia, nell’assordante cacofonia di elettrodomestici, sotto lo sguardo di ammennicoli, casa rifugio di insetti vivi e morti. Di fuori un mondo che non esiste più, dal quale provengono solo le voci metalliche dei gerarchi che salmodiano numeri e dati”.

Di seguito, il trailer de I giorni bianchi.