Doppio blu-ray per la teen comedy sporcacciona SuXbad – Tre menti sopra il pelo

Distribuito nelle sale cinematografiche italiane nel Settembre 2007, grazie a CG Entertainment (www.cgentertainment.it) e Sony pictures Home Entertainment rivive in doppio blu-ray SuXbad – Tre menti sopra il pelo, prodotto dal Judd Apatow allora regista soltanto di 40 anni vergine e Molto incinta.

Un’operazione mirata a riabbracciare la tradizione goliardico-sporcacciona lanciata da classici del calibro di Animal house di John Landis e Porky’s – Questi pazzi pazzi porcelloni di Bob Clark in un periodo in cui, dopo tre riusciti lungometraggi per il cinema, la gettonatissima saga American pie si era ridotta a vari spin off direct to dvd (solo nel 2012 sarebbe torata sul grande schermo con American pie: Ancora insieme).

Un’operazione, SuXbad – Tre menti sopra il pelo, la cui sceneggiatura venne scritta a soli tredici anni da Seth Rogen ed Evan Goldberg ispirandosi a loro stessi e alle persone che li circondavano; tanto che il primo affermò all’epoca: “Noi siamo entrati nella mente di un liceale disperato come pochi film hanno fatto prima d’ora”.

E, proveniente dal tubo catodico, è Greg Mottola a trovarsi dietro la macchina da presa per raccontare le avventure dei due adolescenti Seth ed Evan (proprio come gli stessi sceneggiatori), rispettivamente interpretati da Jonah Hill e Michael Cera. Adolescenti che, prossimi al diploma e consapevoli del fatto che il college li costringerà a dividersi, decidono di trascorrere un’ultima notte di follie all’insegna dell’alcool e, soprattutto, della caccia alle ragazze.

Fornendo il giusto pretesto per inscenare una serie di situazioni dall’esito esilarante in cui troviamo coinvolto anche l’imbranato amico Fogell alias Christopher Mintz-Plasse e due grotteschi poliziotti che, incarnati da Bill Hader e dal già citato Rogen, rientrano sicuramente tra i pregi dell’insieme.

Man mano che i tre efficaci e sboccatissimi protagonisti ci trascinano nel divertimento tra visioni di film hard, assurde imprese per acquistare bevande alcoliche, imprevisti con il ciclo mestruale e, non ultime, immancabili battute cult (“Mi dispiace che i fratelli Coen non dirigano i film porno che guardo io” è solo una delle tante).

Ma, con una Emma Stone al debutto cinematografico inclusa nel mucchio, c’è tempo anche di osservare assurdamente che i cibi migliori sono quelli a forma di pene.

Fino all’epilogo neanche troppo prevedibile di SuXbad – Tre menti sopra il pelo, che, in versione integrale non censurata, troviamo nel primo disco di questa edizione in alta definizione accompagnato nella sezione extra da commento audio di cast e troupe, riflessioni sul seme maschile da parte di Rogen e Hader (!!!), funzione Misuratore di oscenità (una guida a tutto ciò che di nudo e crudo si trova nel lungometraggio), sei scene eliminate ed estese, quattro minuti di momenti non utilizzati nel film e altrettanti di risate sul set.

Mentre il secondo disco provvede ad incrementare le oltre due ore e mezza totali di contenuti speciale dispensando due filmati della lettura dello script a tavolino, provini dei tre protagonisti, una breve intervista a Hill e Cera, tre minuti di riprese relative alla sequenza ballata posta nei titoli di testa, tredici di dietro le quinte, quasi diciotto di diario di produzione, tredici riguardanti la colonna sonora, tre sule parole pesanti censurate per la tv e quattro featurette tutt’altro che serie, da Confessioni in auto alla bollente Vag-tastic Voyage.

 

 

Francesco Lomuscio