È stato tutto bello – Storia di Paolino e Pablito: Veltroni racconta Paolo Rossi

È stato tutto bello – Storia di Paolino e Pablito è il nuovo film di Walter Veltroni, un documentario sulla vita del calciatore Paolo Rossi nelle sale solo il 19, 20 e 21 Settembre 2022.

Bambino gracile all’apparenza e di famiglia proletaria, Paolino gioca a calcio tutti i giorni nei campetti dell’oratorio della sua città, Prato. Il talento si nota e, appena quattordicenne, viene chiamato a giocare nella giovanile della grande Juventus, che lo costringe a trasferirsi da solo a Torino. Si rompe il menisco per tre volte all’inizio di una carriera che rischia di non cominciare mai.

Dopo essere diventato capocannoniere e aver fatto impazzire l’Italia ai Mondiali in Argentina, durante i quali entra nel cuore di tutti con il soprannome di Pablito, la sua carriera subisce nuovamente una battuta d’arresto: viene investito dalle accuse nel brutto affare del calcioscommesse. Seppur assolto dal tribunale, la giustizia sportiva lo condanna a due anni di assenza dai campi.

Subito dopo, però, Enzo Bearzot, che lo ama e lo stima da sempre, lo porta senza esitazione in Spagna a giocare quel Mondiale del 1982 che tutta l’Italia ricorda. Attraverso filmati privati, interviste e immagini di repertorio delle sue prove più straordinarie viene quindi raccontata la storia. Una storia di dolore, gioia, sacrificio e trionfo.

L’ultima opera realizzata da Veltroni segue perfettamente il suo stile, ossia la voglia di far emergere, quasi mettendo da parte “la storia”, soprattutto l’aspetto emotivo, il soggettivo che rivaleggia con l’oggettività dei fatti. Un docufilm che vuole essere pertanto più film che documentario. La storia di Paolo Rossi, del resto, anche soltanto declamata, è già di per sé una trama emozionante capace di inchiodare allo schermo lo spettatore. E il merito del documentario è proprio quello di non aggiungere nessun “effetto speciale”, raccontandola in modo semplice.

È stato tutto bello – Storia di Paolino e Pablito è un’operazione nostalgia perfettamente riuscita per chi ha vissuto gli anni del Paolino/Pablito nazionale e un ottimo punto di partenza per chi, invece, volesse scoprire un personaggio contraddistinto da tanti alti e bassi, ma, soprattutto, capace di essere nato come un’italiano qualunque, diventando poi l’italiano “di tutti”.

 

 

Dario Bettati