Encounter: incontri ravvicinati in dvd per Luke Hemsworth

In collaborazione con Minerva pictures, CG Entertainment (www.cgentertainment.it) rende disponibile su supporto dvd italiano Encounter, inedito cinematografico diretto nel 2018 dal Paul Salamoff attivo soprattutto nell’ambito degli effetti speciali (Batman – Il ritorno di Tim Burton e Fuga da Los Angeles di John Carpenter nel ricco curriculum).

Inedito cinematografico che, se nei panni di un anziano professore universitario include il mitico Tom Atkins fece parte, tra l’altro, del cast dell’indimenticabile antologia horror in fotogrammi Creepshow, nell’idea di partenza sembra curiosamente ricordare proprio uno dei cinque episodi che costituirono quel capolavoro di George A. Romero ispirato ai vecchi fumetti.

Perché, come in quel caso avevamo il re della paura su carta Stephen King nel ruolo di un grottesco campagnolo destinato a subire le tragiche conseguenze di un suo contatto corporeo con un meteorite caduto nei pressi della propria abitazione, qui si comincia con un gruppo di amici calati in una situazione analoga.

Non a caso, andati fuori città per una scampagnata, s’imbattono nottetempo, appunto, in qualcosa che sembra essere venuto giù dallo spazio e che, a quanto pare, contiene un essere sicuramente tutt’altro che appartenente al pianeta Terra.

Un essere le cui intenzioni non sembrano essere affatto chiare e che, a differenza di quanto accadde al citato King, non trasforma in un cumulo di erbaccia coloro che lo toccano, ma, anzi, gli trasmette strane sensazioni.

Come si trova a testimoniare il povero Will che, costretto su una sedia a rotelle e interpretato dal Luke Hemsworth della serie televisiva Westworld – Dove tutto è concesso, nonché fratello di Chris e Liam Hemsworth, non solo ricomincia a camminare, ma vive un misto di ricordi suoi e della creatura nel momento in cui vi entra in contatto.

Nel corso di oltre ottanta minuti di visione che, ambientati quasi del tutto in interni e comprendenti due agenti dell’FBI impegnati in un’indagine alla X-Files, stimolano di continuo la curiosità dello spettatore nei confronti di ciò che dovrà accadere ai protagonisti.

Fino a lasciare tranquillamente intendere – soprattutto in seguito alla rivelazione finale – Encounter in qualità di allegoria in salsa fantascientifica relativa all’immigrazione e alla paura nei confronti di altre razze.

Con il trailer nella sezione extra del disco.

 

 

Francesco Lomuscio