Evelina Mucerscaia: il mio equilibrio tra il ruolo di mamma e il lavoro da Influencer

Classe 1992, sguardo da cerbiatta e sensuale accento dell’Est, Evelina Mucerscaia (@evil9225) è seguitissima su Instagram, dove condivide con la community gran parte della sua quotidianità e dispenda consigli di lifestyle e beauty. Dismessi i passi da fotomodella, oggi Evil si divide tra il ruolo di madre e moglie (è sposata all’imprenditore Fabrizio de Meis) e quello di social Influencer.
Noi di Mondospettacolo l’abbiamo intervistata per voi.

Originaria della Moldavia ma cresciuta ad Odessa. Come sei arrivata in Italia?

Sono arrivata qui a quattordici anni per motivi di famiglia e dopo il diploma ho capito che questa era la mia terra.

Cosa ti ha spinto ad entrare nel mondo della moda?

Possiamo dire che l’artefice sia stata mia nonna. Fu lei infatti che ad undici anni mi spinse a frequentare una scuola di moda e portamento ad Odessa e, una volta giunta in Italia, vinsi un importante concorso di bellezza che mi portò ad avere diversi contatti con fotografi e brand. Non ho mai pensato potesse diventare un vero lavoro, ma per un bel po’ lo è stato.

Aver avuto dei figli molto giovane, ha ostacolato la tua carriera?

In un certo senso sì, ma non me ne pento. All’inizio ho provato a conciliare lavoro e famiglia, ma i bimbi richiedevano gran parte delle mie energie e alla fine, ho scelto di interrompere la mia carriera e di reinventarmi.

Tra te e tuo marito Fabrizio de Meis c’è una grande differenza d’età. Questo ti ha mai creato ostacoli?

All’inizio sì, ma prevalentemente dentro di me. L’opinione altrui non mi ha mai importato, sono consapevole del giudizio altrui ma ciò non mi riguarda. La paura maggiore era che i miei genitori non accettassero questo rapporto ma, sorprendentemente, entrambi mi hanno rassicurato, ricordandomi che l’unica cosa che importava loro era la mia felicità.

A proposito di giudizi altrui, essendo molto attiva sui social, ti capita spesso di essere bersaglio di haters. Come reagisci?

Non è stato facile imparare a farsi scivolare addosso insulti e provocazioni, ma alla fine ho imparato. E’ necessario avere un carattere molto forte, soprattutto perché la gente, quando si trova dietro una tastiera, sembra perdere il senso della realtà e non riesce a comprendere quanto determinate parole possano ferire.

Cosa vuol dire lavorare come Influencer?

A differenza di quanto si possa pensare, è un lavoro h24 che richiede pazienza, costanza e dedizione. E’ necessario creare e coltivare un forte rapporto con chi ti segue, oltre che curare il tuo profilo nei minimi dettagli.

Qual è il segreto del tuo successo?

Mostrarmi per ciò che sono davvero, con i miei pregi e le mie debolezze. Sono umana, una donna in cui tutte possono identificarsi.

Hai qualche progetto in cantiere?

Sì, sto lavorando ad un progetto a cui tengo molto, spero di poterne parlare presto.

E’ stato un vero piacere parlare con te, Evil, a presto!

E’ stato un grande piacere anche per me!