Fabio Barone conquista lo Speed World Record in Marocco

Una freccia rossa tra terra e cielo: Fabio Barone, al volante della sua Ferrari 458 Italia, ha conquistato il record di velocità sull’impegnativo tracciato della Valle del Dades, in Marocco in meno di 5 minuti con il tempo di 4.42.65
Per il pilota romano si tratta del terzo alloro, dopo le precedenti esperienze vincenti sulla Transfagarasan, la tortuosa strada nei Carpazi in Romania ed i 99 tornanti della Tianmen Mountain Road in Cina, considerata la strada più pericolosa del mondo.
Nessuno come lui: Fabio Barone con la sua impresa scrive il suo nome per la terza volta nel World Guinness Record, in 3 continenti diversi, entrando così nella storia del Motorsport.
Teatro della cavalcata vincente, uno dei luoghi più spettacolari e scenografici del Marocco, sui monti dell’Atlante: un percorso di oltre 8 km, tutto curve e senza parapetto, senza un attimo di respiro al pilota, con un insidioso tratto in discesa che mette a dura prova sospensioni e gomme e con l’aggiunta di un meteo spesso capriccioso, che alterna nella stessa giornata condizioni di caldo estremo e piogge improvvise, con venti carichi di sabbia che arrivano dal deserto.
Un contesto aspro e selvaggio, che ha reso ancor più epica la lotta contro il cronometro. Fabio Barone  ha corso senza ausilio di navigatore a bordo per non mettere a repentaglio l’incolumità altrui e il tempo ottenuto costituisce il nuovo record ufficiale sul tracciato marocchino.
Appena uscito dalla vettura e visibilmente soddisfatto per il risultato raggiunto, ma anche affaticato per il notevole impegno della guida al limite, Fabio ha dichiarato: “È senza dubbio la strada più pericolosa al mondo. Sono orgoglioso di aver messo a segno questo record e di aver rappresentato l’Italia qui in Marocco. Ringrazio le autorità locali, sua eccellenza l’ambasciatore del Marocco in Italia e tutto il mio team che hanno reso possibile questa impresa“.
Nella sua cavalcata vincente, Fabio si è avvalso dell’aiuto di importanti partner tecnici: Michelin per le gomme, OZ per i cerchi, Mafra e I Wrap Roma per la carrozzeria , mentre un sostegno importante è arrivato dalle autorità marocchine che hanno agevolato lo svolgimento della prova, oltre al supporto logistico assicurato da Air Maroc  e GNV
Il record in Marocco dovrebbe essere l’ultimo per Fabio, almeno nelle forme estreme e rischiose che hanno distinto questa e le precedenti imprese: ma conoscendo il carattere del romano, sempre pronto a mettersi in gioco per esplorare nuovi universi, è facile pensare che presto sentiremo ancora parlare di lui.