Giorgia Ferrero, vittima e carnefice ne “I labirinti del male”

“Ho perso mio papà e vi ringrazio per essermi stati vicini”

Ecco come ci approcciamo a Giorgia Ferrero, con una domanda dolorosa, ma lei “immensa” donna e attrice italiana apre il suo cuore ai lettori di MondoSpettacolo!

Giorgia, hai avuto una immensa perdita ultimamente… so che è doloroso parlarne… Ma i tuoi ammiratori ti seguono e comprenderanno la tua “apertura”…

Sì, purtroppo ho perso mio papà da una settimana. Un male contro il quale ha lottato e noi insieme a lui, fino in fondo. In questi momenti così dolorosi avere attorno il calore di tante persone , lo rende in qualche modo più sopportabile . Ringrazio tutti pubblicamente per essermi stati cosi vicini .

Film, Fiction, Tv, quale “occhio” ti mette ancora a disagio?

La macchina da presa ovvero “l’occhio” può in un primo momento mettere a disagio. Personalmente, appena arrivo sul set faccio subito amicizia con lei😊è un trucco che per me attrice funziona, ognuno avrà il suo modo .. Quindi che sia cinema o TV non c’è nessuna differenza. A volte ,invece, la paura si ha in palcoscenico ma è proprio  la bellezza di questo lavoro. .le farfalle nello stomaco come fosse sempre la prima volta .

 Il solo fatto di essere privilegiati a poter fare questo lavoro è già di per se un sogno . Sicuramente si hanno aspirazioni sempre più grandi che non sono soltanto legate alla quantità del lavoro ma più di tutto alla qualità . Sul fatto anche di continuare sempre a studiare e migliorarsi per poter far parte anche di progetti internazionali .

Giorgia Ferrero, anche le attrici hanno un “sogno nel cassetto”?

Lavorare all’estero è sempre stato un mio sogno .

I tuoi prossimi progetti…?

Nei miei prossimi progetti c’ è “Labirinti del male”, uno spettacolo sul  femminicidio scritto da Giulietta Kelly  con la regia di Alessandro Molinari ,in scena siamo io e Luciano Garofano. Un progetto al quale sono molto legata,ho partecipato in parte anche alla scrittura ,quindi proprio in fase embrionale del progetto e sono già diversi anni che lo portiamo nei teatri italiani . Qui mi metto nei panni sia del carnefice che della vittima ..per cui un duplice ruolo, una bella sfida per me,  con mesi e mesi trascorsi a fare ricerca e quando è stato possibile, anche intervistare donne che hanno subìto violenza . Purtroppo un tema sempre attuale ma la cosa che mi è sempre piaciuta di questo spettacolo è che nessuno di noi punta il dito contro qualcuno, non diamo giudizi .. tanto meno un attore che lo interpreta!

Chi è Giorgia Ferrero ? Conosciamola insieme!

 Nasce a Savona e già da piccolissima viene iscritta a corsi di danza e ginnastica artistica, disciplina che si rivelerà importante. Molto spiccata è anche la sua vena artistica e la propensione per la pittura tanto da frequentare l’Istituto D’Arte Jona Ottolenghi di Acqui Terme. All’età di 21 anni, grazie ad un amico fotografo, si trasferisce a Milano dove inizia a muovere i primi passi nel mondo teatrale e pubblicitario. Qui frequenta per un anno il Centro Teatro Attivo diretto da Nicoletta Ramorino. Decidendo di volersi dedicare completamente al cinema e al teatro, si trasferisce a Roma dove nel 2004 si diploma all’International Acting School diretta da Giorgina Cantalini.

Dopo alcuni cortometraggi viene scoperta dal regista Maurizio Sciarra, debuttando così sul grande schermo nel film “Quale Amore”, nel 2008 è in “Amore che vieni, amore che vai” regia di Daniele Costantini nel ruolo di Antonia, tratto dal romanzo “Un destino ridicolo” scritto dallo stesso Fabrizio De Andrè poco prima della sua morte. Nel 2012 viene diretta dal grande regista Paolo Sorrentino ne “La Grande Bellezza”. Nel 2015 entra nella soap ” Un posto al sole”.

Concita Occhipinti