Haunted identity: l’horror thriller di Giuseppe Lo Conti

Disponibile su Amazon Prime Video e Chili Haunted identity, scritto, diretto e montato da Giuseppe Lo Conti e con protagonista Alessia Tramutola.

Il film racconta di Erika, una ragazza cresciuta da sola, abbandonata in un orfanotrofio a soli cinque anni. Proprietaria di un negozio di abiti che gestisce con la sua migliore amica Federica, un giorno vede presentarsi un notaio che la informa di avere ricevuto in eredeità una villa da una famiglia che lei non ha mai conosciuto.

In breve, insieme a Federica e ai rispettivi fidanzati Max e Gabriele, Erika si reca sul posto, dove lo spetattore, oltre a scoprire il classico intreccio di tradimenti tra amiche e compagni, viene a conoscenza di una serie di incredibili verità che portano a colpi di scena ed efferati deliti.

“Questo film è frutto di due lunghi anni di pre-produzione. Le riprese, che dovevano iniziare nel Marzo dello scorso anno, sono state cancellate causa -Covid. Ma ho colto l’occasione e le riprese sono iniziate il 2 Novembre e sono durate per soli diciotto giorni. Questo film per me è la prova vivente del detto ‘Ciò che non ti uccide, fortifica’: è stata una vera impresa, per questa mia prima sceneggiatura scritta e ‘parcheggiata’ per lungo tempo” spiega il regista, che fanta nella filmografia numerosi corti horror – tra cui Gift, che ha trionfato all’Hollywood Horror Pictures Award 2020 – e il suo primo lungometraggio, Come un uomo.

Senza dubbio, Haunted identity risente dei problemi di realizzazione causa-Covid esposti da Lo Conti. Una  storia classica, non troppo originale, che riprende moltissimi temi cari agli horror anglosassoni (e non solo).

In conclusione, nulla di speciale, ma non vogliamo essere troppo severi, in quanto speriamo sempre in una sua rinascita italica del genere sulla via indicata da vari Argento, Lucio Fulci e Mario Bava. Quindi, in tempi di pandemia anche un film come Haunted identity merita di essere visionato e criticato, in attesa, magari, del prossimo lavoro (speriamo sempre horror) del cineasta siciliano. Considerando che ha osservato “Ciò che non ti uccide, fortifica”.

 

 

Haunted Identity- trailer from 102 Distribution on Vimeo.

Roberto Leofrigio