“IL PILOTA DI ARAFAT” TRA STORIA E ATTUALITÀ

Il 5 maggio alle ore 18.30 presso il Circolo Canottieri Lazio si svolgerà un prestigioso ed esclusivo evento di alto livello culturale, la presentazione del libro della giornalista Lucilla Quaglia.

Al tavolo dei relatori, moderati dall’attrice e scrittrice Claudia Conte, siederanno l’ambasciatore del Belize Nunzio Alfredo D’Angieri, per tanti anni banchiere di Arafat e suo grande amico, il comandante Marcello Quaglia, l’autrice e l’attore Vincenzo Bocciarelli, che leggerà alcuni brani tratti dal libro.

Alle 3:30 dell’11 novembre del 2004 si spegneva ufficialmente il leader palestinese Yasser Arafat.

Dopo la riesumazione del corpo nel 2012, a Ramallah, un team di studiosi ha successivamente sostenuto l’avvelenamento da polonio, 18 volte superiore al livello normale. E’ quindi sempre più di attualità un libro che descrive uno straordinario esponente politico che ricevette, nel dicembre del 1994, il Nobel per la pace ex aequo con importanti personalità dello Stato israeliano come Yitzhak Rabin e Shimon Peres.

Il secondo libro della giornalista Lucilla Quaglia, “Il Pilota di Arafat”, Edizioni Pagine, fornisce però un profilo inedito di colui che è stato al fianco del leader dell’O.L.P. – l’”Organizzazione per la Liberazione della Palestina” – salvandogli perfino la vita: suo padre, il comandante Marcello Quaglia. “Ho scoperto chi era mio padre dalla televisione – racconta l’autrice – e solo allora ho capito il perché di tante alzatacce notturne”. E da lì la presa di coscienza della presenza di una eccellenza italiana, che nessuno avrebbe conosciuto se non attraverso le parole della figlia, al fianco di Arafat.

A.C.