IL REGISTA GIACOMO FERRANTE DIRIGE GIOVANNI SPADA IN UNA FAVOLA TRASH ALLA MR. BEAN IN ANTEPRIMA AL FESTIVAL TOO SHORT TO WAIT

 

Dall’ 11 al 15  febbraio 2015  alla Sala Il Movie di Via Cagliari 42 (Torino), Too Short to Wait presenta al pubblico i 107 cortometraggi partecipanti alla settima edizione di Spazio Piemonte, consolidato contest riservato ai cortometraggi made in Piemonte e osservatorio della “produzione locale breve”.

Too Short to Wait presenta un programma in 15 blocchi tematici su 5 giorni, seguendo la naturale eterogeneità dei 107 corti iscritti che coprono le diverse sfumature dei generi cinematografici: horror (Dietro lo specchio di Giacomo Sebastiani) e commedie (La metafora del piccione di Miguel Murciano), corti narrativi (Ferragosto di Remo Schellino) e sperimentali (Venus di Carmelo Brustia), documentari (Dal riso al Rosa un mondo di acque di Alberto Cicala) e corti animati (Imperium Vacui di Linda Kelvink e Massimo Ottoni), mockumentary (Transalvario di Daniele Lombardi) e lavori metaforici (ἅλϛ. Hals di Alessandro Ingaria), war movie (Unfair Game di Riccardo Leto) e spaghetti western (WC Western Closet di Saba Salvemini), film surreali (Genesi del nuovo mondo di Jacopo Scano) e favole postmoderne (L’uomo col mazzo di fiori in mano di Giacomo Ferrante).

L’ ultima opera del documentarista Ferrante mostra una divertente  comica alla  Mr. Bean con protagonista  l’attore Giovanni Spada , direttore del Festival del cinema trash, nella parte di un innocente in balia di un destino prima crudele e poi favorevole . Buon divertimento !!!

A.C.