In blu-ray il divertente appuntamento con Lamù, la ragazza dello spazio – 1

Chi è stato giovanissimo negli anni Ottanta e, magari, aveva allora i primi pruriti di pubertà in stato preadolescenziale, non può certo aver dimenticato la sensualità evidente di un cartoon giapponese come Lamù, la ragazza dello spazio, nato dalla mente di Rumiko Takahashi nel 1978, in principio creato per un manga che avrebbe spopolato fino al 1987 sul settimanale Weekly Shonen Sunday.

Da quel successo fumettistico furono tratti sei film e dodici OAV, ma la popolarità planetaria che ottenne la serie animata sulle reti televisive è ancora oggi nella memoria di molti, che trascorsero interi pomeriggi ridendo a squarciagola di fronte alle gag fisiche e visive proposte di puntata in puntata, con le avventure (o, meglio, sventure) dello studente della scuola Tomobiki Ataru Moroboshi, perennemente eccitato.

Grazie a quest’ultimo la Terra si salva da una micidiale invasione aliena, perché viene incaricato di una grande responsabilità: riuscire  a toccare le corna della figlia del capo degli invasori in un lasso di tempo che arriva fino a dieci giorni. Si tratta di Lamù, una vivace aliena tutta forme e bikini tigrato, che ben presto si sente attratta dallo strambo Ataru, perdendo la sfida e instaurandosi definitivamente a casa del giovane.

Ciò accade nel primo episodio di questa folle serie tv, intitolato Il personaggio di un’altra galassia, e da qui prende avvio il divertente universoo di Lamù, la ragazza dello spazio, caratterizzato da una galleria di singolari personaggi quali sono il piccolo Ten (cugino sputa fuoco di Lamù), il mago Sakurambo, la bella profeta Sakura, il fascinoso Mendo, il perfido Kintaro e la gelosa Shinobu, fidanzata di Ataru, la quale si vede in competizione con l’altrettanto possessiva extraterrestre.

I loro nomi sono sinonimo di grande divertimento, sagome di un mondo slapstick trasudante folle ironia e qualche pizzico di divertente erotismo, mostrando quello sguardo smaliziato tipico del pensiero nipponico che pulsa nei manga.

Presentato in versione integrale, con determinati brani inediti doppiati per l’occasione, Lamù, la ragazza dello spazio – 1 approda in blu-ray, grazie a Koch Media e Yamato Video, per la collana Anime Factory, presentato in un elegante cofanetto cartonato contenente sette supporti in alta definizione, dispensatori dei primi quarantacinque episodi della serie tv.

Oltre al citato episodio numero uno, questo primo appuntamento (in tutto saranno quattro cofanetti) offre altre puntate indimenticabili: Rei, il mostro della città (l’arrivo sulla Terra dell’ex fidanzato di Lamù), Un terribile virus (la bella Sakura presa di mira da tutti gli studenti eccitati del liceo Tomobiki), Come diventare una donna (l’affascinante Kurama entra in scena risvegliata da un bacio di Ataru), Avventura alle Hawaii (la nota isola americana fa da sfondo a un’incredibile disavventura), La grande battaglia (per la prima volta Ataru viene portato sul pianeta di Lamù, dovendo però affrontare una dura competizione), Il neonato dello spazio (Mendo è alle prese con un bambino trovato nel proprio armadietto), Il re delle rane (Ataru entra in contatto con uno spirito del fiume), La rivolta dei personaggi (i protagonisti dei libri della biblioteca prendono vita creando panico nel liceo Tomobiki) e, infine, Party scolastico (una festa a sorpresa per Lamù a base di alieni porterà scompiglio nel liceo di Ataru e dei suoi compagni di classe).

Nell’edizione blu-ray di questo imperdibile appuntamento potete trovare inoltre l’episodio 10 proposto con nuovo e vecchio doppiaggio, l’inedito episodio 16, mai trasmesso sui nostri piccoli schermi (e qui doppiato per la prima volta), anticipazioni inedite e infine, sequenze mai viste e doppiate.

Senza dimenticare, all’interno della confezione, un ricco booklet a colori di sedici pagine, riportante le sinossi di ogni singolo episodio di questo bizzarro serial quale è Lamù, la ragazza dello spazio.

 

Mirko Lomuscio