In blu-ray Paranormal activity: Parente prossimo

Concepito per la distribuzione diretta in streaming, approda su supporto blu-ray italiano grazie a Plaion pictures e Paramount Paranormal actibìvity: Parente prossimo, settimo capitolo della popolare saga horror iniziata nel 2007 da Oren Peli, qui come sempre produttore produttore al fianco dell’immancabile Jason Blum.

Settimo capitolo se consideriamo anche lo spin off Il segnato, al cui timone di regia avevamo il Christopher Landon che, poi autore delle commedie slasher Auguri per la tua morte e Freaky, firma in questo caso la sceneggiatura.

Dietro la macchina da presa, infatti, è William Eubank cui dobbiamo il fantascientifico The signal e l’horror acquatico Underwater a portare in scena la documentarista Margot interpretata da Emily Bader, la quale si catapulta insieme alla sua troupe in un’isolata comunità Amish con una speranza: scoprire qualcosa sulla propria madre e i parenti perduti.

Una esile idea di partenza per immergere il franchise nell’epoca della pandemia, con tanto di Covid citato nei dialoghi e mascherine pronte per l’uso; man mano che, intuito che la comunità che l’ha accolta potrebbe nascondere qualcosa di sinistro, la protagonista si mostra sempre più impegnata a scoprire cosa stia accadendo.

Quindi, con il clima di paranoia destinato ovviamente a farsi presto sentire, considerata la vicenda raccontata è evidente che Paranormal activuty: Parente prossimo tenti di distaccarsi in parte dagli stilemi che hanno caratterizzato i sei lungometraggi precedenti ricorrendo ad aspetti del tutto nuovi.

A fornire le varie riprese, infatti, non sono più camere fisse notturne installate in una casa, bensì quella tramite cui gira la combriccola dei film maker, oltretutto calati in un’ambientazione finora inedita che prevede chiese in legno e boscaglia.

Le inquadrature, dunque, sono in continuo movimento rispecchiando più il look di altri found footage proto-The Blair witch project che quello maggiormente statico che ha caratterizzato gli altri Paranormal activity.

E, se già – a differenza dei cinque film che lo hanno preceduto – in Paranormal activity – Dimensione fantasma di Gregory Plotkin si era cominciato a mostrare qualcosa per quanto riguarda l’immagine delle entità malvagie della serie, qui l’ultima mezz’ora di visione sguazza con ritmo serrato in mezzo a mostruose figure e cadaveri sparsi.

Fornendo quell’indispensabile dose di intrattenimento da brivido che, comprendente nel mucchio anche i consueti jump scare, provvede a rendere Paranormal activity: Parente prossimo un sequel insolito.

Disponibile nello store FanFactory, con sette scene inedite – tra cui un finale alternativo – nella sezione extra del disco.

 

 

Francesco Lomuscio