In blu-ray Peter Rabbit 2: Un birbante in fuga, con la voce di Nicola Savino

Dopo Peter Rabbit, diretto nel 2018 da Will Gluck, regista di Amici di letto e Annie – La felicità è contagiosa, continuano le avventure cinematografiche della creatura letteraria per bambini nata dalla mente di Beatrix Potter.

Un sequel, Peter Rabbit 2: Un birbante in fuga, che riunisce il medesimo team creativo del capostipite: Gluck alla regia e l’accoppiata Rose Byrne/Domhnall Gleeson come protagonisti umani, affiancati da uno stuolo di animali in CGI per riprendere la storia da dove eravamo rimasti.

Infatti, Bea (Byrne) e Thomas (Gleeson) sono ormai sentimentalmente legati, tanto che i due decidono di convolare a nozze, portando così avanti un’esistenza assieme al bestiame che abita nella loro casa. Comprendente, ovviamente, anche Peter Rabbit, il quale ha deciso che il suo estro ribelle e abbastanza infantile dovranno essere messi da parte di fronte a questo nuovo tenore di vita. Ma il lupo, o, meglio ancora, il coniglio, si sa, perde il pelo e non il vizio, quindi anche adesso che, improvvisamente, si trova tra le strade della città urbana deve far sì che chiunque non lo ritenga più il pericolo pubblico quale era. E nuovi e irriverenti amici dediti al furto di ortaggi sono in agguato per portarlo tutt’altro che sulla retta via.

Dinamico, divertente e scanzonato, il coniglio dal giacchetto blu creato dalla Potter si concede per un secondo film tutto suo, regalando idee nuove da gustare: perché con Peter Rabbit 2: Un birbante in fuga lo humour raddoppia grazie ad una storia fatta su misura per le piccole spalle del protagonista digitale.

Doppiato in italiano da Nicola Savino (nella versione originale la voce è di James Corden), viene messo dal regista di fronte a vere e proprie prese di coscienza, indirizzato verso un bivio esistenziale che lo porterà a scegliere come comportarsi in futuro; man mano che all’economia del racconto contribuiscono le entrate in scena del coniglio anziano Barnabas e dei gatti Kittens e Tom Kitten. Oltre a quella della new entry in carne e ossa David Oyelowo (per lui il ruolo di un ambizioso editore dalla morale a dir poco avida).

Tutte figure ben assortite che innalzano l’ironia di questa continuazione avvincente in cui le gag si moltiplicano, il ritmo travolge ancor più del primo film e, alla fine, il classico “e vissero felici e contenti” porta una morale degna di nota sia per i piccoli che per gli spettatori adulti.

Edito in blu-ray grazie a Eagle Pictures in collaborazione con Sony pictures Home Entertainment, Peter Rabbit 2: Un birbante in fuga è accompagnato nella sezione extra dai due estratti della durata di quattro minuti ciascuno Bea’s Creating Corner: DIY bunny bookmarks e Bea’s Creating Corner: create your own woodland Terrarium e dal contenuto Fun From Peter Rabbit, diviso in due parti (il filmato di diciassette minuti Make your own McGregor garden e il mini film di quattro intitolato Flopsy Turvy: a Peter Rabbit mini movie).

 

 

Mirko Lomuscio