In doppio dvd Malèna di Giuseppe Tornatore, con Monica Bellucci

Vero e proprio cantore di una Sicilia che non c’è più, Giuseppe Tornatore nel 2000 ha reso una Monica Bellucci bella più che mai protagonista di Malèna, lungometraggio trasudante emozioni nell’inscenare il punto di vista un adolescente siculo nel 1940, nel mezzo della Seconda Guerra Mondiale.

Adolescente che, interpretato dall’esordiente Giuseppe Sulfaro, porta il nome di Renato e sta per andare incontro al proprio periodo di pubertà, inseguendo i sogni tipici della sua età. Nelle sue fantasie c’è sempre e solo lei: Malèna (Bellucci), giovane vedova del paese, donna di elevata bellezza che finisce sempre sulla bocca di tutti e tutte, considerata la sua magnetica presenza. Renato immagina quindi di poter vivere felice insieme a lei, andando incontro alla sua esperienza personale con il mondo del sesso e del cambiamento che il proprio paese stava vivendo: sotto la guida di Benito Mussolini, sta dichiarando guerra sia alla Francia che alla Gran Bretagna.

Ammaliante e affascinate proprio come la sempre nuda Bellucci, Malèna concretizza uno sguardo a suo modo disincantato di Tornatore, qualcosa che ritorna in determinati ricordi dell’autore del soggetto Luciano Vincenzoni (sceneggiatore al servizio, tra l’altro, di Pietro Germi, Sergio Leone ed Elio Petri).

Nell’inseguire i sogni proibiti del Renato di un Sulfaro ben calibrarlo, il regista di Nuovo Cinema Paradiso inscena una serie di siparietti che tendono a ricreare opere del mondo passato e del cinema di una volta, mettendo sempre in mezzo a tutto ciò la presenza di una Bellucci onnipresente, visibilmente tattile e che lo spettatore può avvertire anche senza udirne quasi mai la voce. Una soluzione registica che incide sull’obiettivo stabilito, ovvero ricreare la fantasia adolescenziale al tempo della Seconda Guerra Mondiale.

Ma Malèna non è soltanto la storia di crescita di un giovane siciliano negli anni Quaranta, bensì anche quella di un mondo e di un paese che, attraversando quel feroce conflitto, avrebbe poi subito determinati cambiamenti, non tornando più come prima e procedendo nel ricordo e nella consapevolezza di essersi lasciato alle spalle qualcosa che mai si ripeterà.

Bellissime come di consueto le musiche del maestro Ennio Morricone, le cui note accompagnano la visione con grande passione, conferendo ulteriore spessore alle splendide immagini fotografate dall’ungherese Lajos Koltai (nomination agli Oscar sia per lui che per il musicista).

Mustang Entertainment (www.cgentertainment.it) edita Malèna in un’edizione a doppio dvd: nel primo troviamo il film accompagnato dal trailer e da un commento audio di Tornatore, mentre nel secondo abbiamo un backstage diviso in quattro parti, un trailer italiano, nove minuti di intervista al regista, ventidue di conversazione con lo stesso e Morricone e ventuno di Prove d’orchestra.

 

 

Mirko Lomuscio