In dvd Ce n’è per tutti, la commedia italiana con cast all star

Visto nelle sale cinematografiche nel Novembre 2009, Ce n’è per tutti è il secondo lungometraggio diretto da Luciano Melchionna, autore quattro anni prima del Gas che, immerso in una triste Latina, raccontò la vicenda vietata ai minori di diciotto anni 18 di un gruppo di giovani coetanei privi di sogni, sprovvisti di valori e unicamente tenuti insieme da una crescente, pericolosa rabbia interiore.

Vicenda di cui fu protagonista lo stesso Lorenzo Balducci che in quest’opera seconda veste i panni di Gianluca, ragazzo che, incapace di reggere le contraddizioni della vita e il dolore del mondo, si arrampica sul Colosseo con la volontà di estraniarsi da tutto.

Una situazione di partenza che offre alla oltre ora e mezza di visione l’occasione per poter tirare in ballo gli amici confusi e superficiali di Gianluca, i quali, appresa la notizia, tentano di raggiungere il posto, dove la saggia nonna, con le fattezze di Stefania Sandrelli, è già approdata per manifestare al disperato nipote valori che possono sembrare superati ma che si rivelano, in realtà, saldi e vitali.

Mentre sono Giorgio Colangeli, Giselda Volodi e Arnoldo Foà a fargli rispettivamente da padre, madre e nonno nel ricco cast comprendente Ambra Angiolini, Jordi Mollà, Elena Russo e una Anna Falchi – produttrice del film insieme al fratello Sauro – calata nel ruolo di conduttrice della trasmissione televisiva La vita è estroversa (!!!).

Senza contare una nuda Alessandra Muccioli e un Sandro Giordano che, impegnato ad incarnare un coattissimo individuo che balla dicendo d’ispirarsi ai California Dream Men, rientra indubbiamente tra i migliori attori coinvolti nell’operazione, mirata in maniera grottesca (e, a tratti, surreale) a dipingere i personaggi-tasselli di una società tricolore d’inizio XXI secolo che tutto ingloba e colora.

Man mano che l’indifferenza e il cinismo dei mass-media assediano sia Gianluca che gli altri strampalati componenti della sua famiglia e che Micaela Ramazzotti provvede a porre in evidenza da un lato il fatto che sia in atto – soprattutto dal punto di vista femminile – una rivoluzione del porno, dall’altro che viviamo in una realtà sempre più sessista e maschilista.

Al servizio di una commedia dalla originaria struttura teatrale che Melchionna, ricorrendo ad una tutt’altro che classica struttura narrativa, sfrutta chiaramente al fine di gridare allo spettatore il proprio pensiero-sguardo pessimista nei confronti di una metropoli giunta al suo punto di non ritorno.

Tra assurde confusioni verbali tra lo storico compositore Chopin e l’attore Sean Penn, la convinzione che gli uomini siano diventati lenti nell’approccio e nel corteggiamento e, non ultima, la tematica del dilagante lavoro artistico non retribuito.

È Mustang Entertainment (www.cgentertainment.it) a riscoprire su supporto dvd Ce n’è per tutti, accompagnato da nutrita sezione extra che, accanto a trailer, galleria fotografica e schede di cast tecnico e artistico, riserva quasi sei minuti di scene tagliate, quarantacinque di backstage e cinque di speciale.

 

 

Francesco Lomuscio