In dvd il sensuale Una spina nel cuore, l’ultimo film di Alberto Lattuada

Verso la seconda metà degli anni Ottanta, la carriera registica di un grande nome come Alberto Lattuada si sarebbe chiusa grazie a diverse produzioni televisive, tra serie e film tv, più qualche escursione nel documentario; ma la sua ultima opera per la Settima arte, datata 1986, fu Una spina nel cuore, trasposizione di un testo di Piero Chiara.

Un racconto ambientato nel pieno degli anni trenta che, però, non ha impedito all’autore de Il cappotto di trasferirlo  cinque decenni più tardi, rendendolo un dramma sentimentale adatto al pubblico dell’epoca, in cerca anche di scabroso erotismo, tra una lacrima e l’altra.

Una spina nel cuore è la storia giovanile del turbolento amore tra un giovane, amante del poker, e una ragazza dal vissuto abbastanza tormentato.

Lui è Guido, interpretato dall’allora lanciato figlio di Alain Delon, Anthony, e per il gioco d’azzardo ha sempre avuto buon fiuto, mentre lei è Caterina, ovvero la giovane Sophie Duez. I due si incontrano per caso su un treno, dando inizio ad una frequentazione che li spinge verso un sentimento profondo. Ma, scavando nel passato dell’amata, per Guido verranno a galla verità sconvolgenti riguardanti Caterina, fino ad un epilogo tragico.

Senza mai rinunciare a quel suo esplicito occhio per il sensuale onnipresente nella propria filmografia anni Ottanta (si pensi solo al sempreverde La cicala, Lattuada con questo suo addio al cinema decide di chiudere un proprio discorso scegliendo una trama che guarda all’universo giovanile e offrendo agli spettatori una storia buona sì per un pubblico adolescenziale, ma sufficientemente toccante da abbracciare anche una buona fetta di pubblico maggiormente maturo.

Un erotismo esplosivo condisce poi il tutto, con i corpi nudi dei bellissimi Delon e Duez al servizio di un’operazione costruita guardando esclusivamente su un versante torbido, sempre ben accetto.

Inoltre, Lattuada convoc un gruppo di volti cari al nostro panorama, dalla Antonella Lualdi de La notte brava al verdoniano Angelo Infanti, più il grande Gastone Moschin di Amici miei nei panni del misterioso dottor Trigona, personaggio fondamentale nll’intricata vicenda di Caterina e Guido.

Musiche ammalianti a cura del maestro Armando Trovajoli e script che, oltre allo stesso regista e a Chiara, troviamo, porta le firme di due garanzie in materia: Franco Ferrini (Phenomena) ed Enrico Oldoini (poi regista di commedie come Yuppies 2 e il dittico Anni ’90).

Edito in dvd da Mustang Entertainment (www.cgentertainment.it), Una spina nel cuore è accompagnato nella sezione extra dal trailer cinematografico.

 

Mirko Lomuscio