In dvd la versione rimasterizzata in HD di Pirati di Roman Polanski

Nell’epoca in cui il solo sentir parlare di pirati fa venire subito in mente i fasti disneyani della saga cominciata con La maledizione della Prima Luna, in cui un istrionico Johnny Depp ha avuto modo di dare vita al bucaniere Jack Sparrow, non può rappresentare altro che un piacere l’occasione di tornare a parlare di Pirati, escursione nel cinema picaresco per il maestro della celluloide Roman Polanski.

Prodotto nel 1986 da Tarak Ben Ammar, ma col supporto della Cannon Group Inc. appartenente al duo Yoram Glubus e Menahem Golan, un progetto che il cineasta inseguiva fin dalla metà degli anni Settanta, subito dopo la realizzazione del suo Chinatown (Jack Nicholson sarebbe dovuto esserne protagonista), ma che per varie controversie ha dovuto rimandare a lungo.

Un kolossal avventuroso ambientato nei mari più insidiosi del Seicento, con Walter Matthau nei panni di un temuto pirata, ma non privo del suo consueto umorismo, al servizio di una storia che promette emozioni e pura azione tra sciabole e gambe di legno. Un vero e proprio omaggio a quella Settima arte in cui primeggiavano nomi noti del calibro di Errol Flynn e Michael Curtiz.

La vicenda è ambientata nel 1659. A seguito di un naufragio, il pirata Thomas Bartholomew Red (Matthau) e il suo mozzo  Ranocchio (Cris Campion) navigano per i mari sopra ad una zattera di salvataggio, rischiando la morte perché ormai sono senza cibo da parecchio tempo. Inaspettatamente, si presenta ai loro occhi un galeone spagnolo, il Nettuno, sul quale salgono in cerca della salvezza; ma, presi e messi in  prigionia, i due dovranno sottostare alle regole della nave.

Anche se, dopo aver scoperto la presenza di un trono azteco completamente d’oro, Red decide di pianificare un ammutinamento, in modo da prendere possesso del galeone e appropriarsi di questo oggetto dal valore inestimabile. Ed è da questo momento che il pirata assume pieno comando della Nettuno e di coloro che vi sono a bordo, tra cui la bella Dolores (Charlotte Lewis), nipote del governatore del Maracaibo, della quale Ranocchio è perdutamente innamorato; sebbene l’intenzione di Red sia quella di venderla insieme agli altri, al fine di raggranellare un giusto bottino.

Ingiustamente non rientrante nello stuolo dei titoli polanskiani maggiormente osannati, Pirati, è una mega produzione tramite cui l’autore di Rosemary’s baby – Nastro rosso a New York dimostra di saper aggiornare in maniera adeguata il genere avventuroso del cinema passato, tra personaggi delineati col loro picaresco modo di fare e momenti acrobatici degni di nota.

Il ritmo incalza e l’umorismo nero si fa elemento persistente. Un paio di elementi vincenti che uniformano questa coinvolgente e divertente pellicola, impreziosita da scenografie e costumi candidati al premio Oscar.

Vincente, poi, si rivela anche la scelta di Matthau nel ruolo di Red, una presenza, la sua, che porta quella degna ironia al progetto e alla storia avventurosa, scritta da Polanski stesso insieme al fido Gerard Brach (collaborazione allo script da parte di John Brownjohn).

Con il trailer come extra, in versione rimasterizzata in HD Quadrifoglio lo rende disponibile in cut europeo su supporto dvd.

 

 

Mirko Lomuscio