In dvd L’ospite, commedia esistenziale diretta da Duccio Chiarini

Giovane regista del nostro panorama italiano, Duccio Chiarini esordì dietro la macchina da presa nel 2014 con il particolare lungometraggio Short skin – I dolori del giovane Edo, in cui si raccontava la crescita di un adolescente prossimo alla perdita della verginità, ma con la sofferenza di doversi sottoporre ad un intervento chirurgico al pene. Alla sua seconda prova dietro la macchina da presa, L’ospite, Chiarini effettua un ulteriore passo avanti, portando la propria attenzione verso il mondo dei trentenni, su ciò che questi intendono costruire con la propria vita e cosa desiderano realizzare tramite una qualsiasi storia d’amore travagliata.

Ed è con una crisi di coppia che apre la storia del giovane Guido (interpretato dal Daniele Parisi di Orecchie), che, dopo una discussione con la propria ragazza Chiara (Silvia D’Amico), decide di andarsene e di appoggiarsi a casa di altri amici e conoscenti.

Un nuovo percorso esistenziale che gli darà modo di venire a conoscenza di segreti e dettagli che mai avrebbe immaginato, scoprendo che la felicità non è cosa facilmente programmabile per chiunque, che si tratti dei suoi cari amici o dei propri genitori.

Piccolo, piacevole e piuttosto intimo elaborato, proprio come lo fu anche il precedente Short skin – I dolori del giovane Edo, L’ospite rivela di nuovo come Chiarini sia capace di parlare in maniera altamente realistica di argomenti a lui cari, incentrando gran parte della sua maniera di fare cinema sullo sviluppo di scontri esistenziali ed eventuali dialoghi quotidiani pregni di verità. Elemento incentivante di un’operazione che fa dell’imprevedibilità un punto forte.

Appoggiandosi sulla bravura di un malinconico Parisi, questo titolo, inoltre, lascia spazio alla presenza di un variegato cast costituito, oltre che dalla citata D’Amico, da Anna Bellato, Guglielmo Favilla, Milvia Marigliano, Sergio Pierattini, i musicisti Brunori Sas (che si esibisce in una parentesi musicale) e Thony (lanciata da Paolo Virzì in Tutti i santi giorni).

Un aspetto, quest’ultimo, che conferma quanto la coralità sia fondamentale per ciò che L’ospite intende portare in scena, ovvero un giro di vite che fanno parte di un gioco più grande della loro esistenza.

Edito in dvd per CG Entertainment (www.cgentertainment.it), dispensa nella sezione extra interviste al cast e al regista e un breve estratto costituito da mini-dichiarazioni del pubblico reduce dalla proiezione del film.

 

 

Mirko Lomuscio