In dvd Nicolas Cage diretto da Giuliano Montaldo in Tempo di uccidere

C’era un tempo in cui Nicolas Cage, prima ancora di vincere l’Oscar con Via da Las Vegas e di avventurarsi in una carriera fatta di svariati titoli d’intrattenimento non sempre riusciti, sceglieva accuratamente i film da interpretare, cercando di accrescere la propria fama di attore alle prime armi nel corso degli anni Ottanta.

Un periodo in cui il grande Giuliano Montaldo lo diresse in Tempo di uccidere, tratto da un romanzo di Ennio Flaiano e immerso nella Guerra d’Etiopia nel 1936.

Bisognoso di curarsi un dente, il tenente italiano Enrico Silvestri (Cage) decide un giorno di correre all’ospedale del campo, facendosi accompagnare da una camionetta. Il mezzo, d’improvviso sbanda e, dopo il piccolo incidente, il giovane sparisce nel nulla, lasciando preoccupati i suoi commilitoni, tra cui Mario (Ricky Tognazzi).

Dopo un po’ di tempo Enrico torna, raccontando ciò che ha vissuto tra le boscaglie dell’Africa. Ma l’incontro con una giovane e bella indigena di nome Mariam (Patrice-Flora Praxo) lo rende colpevole di un gesto insensato e, di conseguenza, costretto a convivere con profondi sensi di colpa che lo tormenteranno per il resto della sua vita.

Con Tempo di uccidere Montaldo scruta nell’animo umano, cercando di afferrare il concetto di pace e di farne una degna morale. Le vicissitudini dell’Enrico incarnato da un calibrato e atipico Cage sono il mezzo col quale ci si avventura degnamente nel contesto descritto per l’occasione, tra orrori di guerra e contraddizioni umane. Quelle stesse contraddizioni che solo la lotta armata può generare in tutta la sua brutale forma gratuita.

Un piccolo war movie che sfoggia quel nostro sguardo italico in una storia pregna di emozioni e analisi dei sensi di colpa, gli stessi che prova il protagonista nei confronti di un conflitto svolto in terre abitate da gente pacifica.

Una pellicola che merita di essere riscoperta anche grazie al valore dei nomi che vi hanno preso parte, da Tognazzi jr e un Giancarlo Giannini in partecipazione speciale, che arricchiscono il cast, agli sceneggiatori che figurano al fianco di Montaldo stesso: Furio e Giacomo Scarpelli e un Paolo Virzì esordiente, in seguito regista faro della nostra cinematografia.

Edito in dvd da Mustang Entertainment (www.cgentertainment.it), con un’intervista di trenta minuti a Montaldo nella sezione extra.

 

Mirko Lomuscio