Fabrizio Ricca: candidato alle elezioni regionali per la Lega di Salvini in Piemonte

Fabrizio Ricca è uno dei nostri più cari amici, (https://www.mondospettacolo.com/fabrizio-ricca-ci-racconta-la-sua-passione-per-la-politica-e-per-torino/) è candidato alle elezioni regionali del Piemonte per la Lega di Salvini. Sono andato ad intervistarlo.

Ciao Fabrizio bentornato su Mondospettacolo come stai innanzitutto?

Molto bene, grazie. E’ un periodo sicuramente faticoso per i molti impegni ma stimolante. Una sfida che sto affrontando insieme a tutte le persone che vogliono cambiare il Piemonte.

Il 26 si avvicina, come sta andando la campagna elettorale?

Francamente non pensavo di ricevere tutto il calore che le persone che ho incontrato in queste settimane mi hanno trasmesso. Non potrei dire meglio di così. I cittadini hanno le idee chiare su quali siano i problemi e propongono soluzioni che stanno arricchendo le mie proposte per il Piemonte. E’ un programma scritto con la gente, quindi, quello che metteremo in pratica.

Perché hai deciso di candidarti alla regione?

Guarda, è stata quasi una scelta obbligata: non potevo continuare a vedere il nostro Piemonte che perdeva competitività, posti di lavoro e sicurezza, mese dopo mese. Sono orgoglioso di essere cresciuto qui ed è ora di restituire alla nostra Regione almeno parte di quello che mi ha donato.

Sicuramente è un momento pieno di tensioni, le opposizioni stanno facendo una guerra spietata al nostro capitano, ma secondo te perché da parte di alcuni c’è tutto questo odio nei confronti di Salvini e della Lega?

Molto semplice: la sinistra e i 5 Stelle sono letteralmente terrorizzati da un politico che fa quello che dice e che mantiene le promesse. Hanno capito che il Piemonte, ma anche l’Italia, sanno di poter contare su Matteo Salvini e si fidano di un politico autorevole come lui. Uno che in pochi mesi ha invertito la tendenza degli sbarchi sulle nostre coste. Cosa che per la sinistra era impossibile fare.

Che cosa ti chiedono i cittadini? Quali sono i problemi che sono emersi?

Quattro parole: sicurezza, sanità, lavoro e trasporti. I cittadini vogliono vivere in una Regione che garantisca loro servizi efficiente e sicurezza quando escono di casa. Le liste d’attesa della sanità sono assurde, non è possibile aspettare mesi per un esame urgente. In più dobbiamo invertire la rotta sul tema occupazione: il Piemonte, per colpa di Chiamparino, è la Regione messa peggio al nord.

Se come mi auguro, sarai eletto, quali saranno le prime cose che farai?

Due cose: mettiamo mano alle liste d’attesa e le velocizziamo, apriamo tavoli con gli industriali per far ripartire le assunzioni.

Prima di chiudere perché i piemontesi dovrebbero votarti alle prossime elezioni?

Perché in Piemonte ci sono problemi grossi come una casa e io non ho intenzione di andarci leggero per abbatterli.

Grazie per essere stato con noi e un grande in bocca al lupo.

Grazie a te Alex e ai tuoi lettori.

Alex Cunsolo

Fabrizio su Facebook: https://www.facebook.com/FabrizioRiccaOfficial/